VIAREGGIO. “Betaland è una azienda giovane di gaming che ama abbinare il suo brand alla promozione di futuri talenti ed a realtà radicate sul territorio. La scelta di Viareggio non è casuale: stiamo infatti parlando di un torneo che vanta 68 anni di storia, nel quale si mettono in mostra ragazzi di talento destinati a diventare futuri campioni”. E’ quanto afferma Carmelo Mazza, CEO di Betaland.

“Il nostro pay off è “fun first” – aggiunge Mazza -: cosa c’è allora di più vicino al concetto di divertimento che una manifestazione sportiva nella quale i giovani futuri campioni sono i protagonisti assoluti?”.

“La sponsorizzazione della Viareggio Cup è inoltre un ulteriore passo nella direzione di rigettare ogni forma di gioco illegale e match fixing, direzione rispetto alla quale siamo particolarmente attivi. Questa competizione rapresenta i profondi valori etici e ludici del calcio, non a caso Viareggio Cup si avvale di una società come Sportradar, leader nella prevenzione del match fixing, perfettamente in linea con la nostra policy aziendale”, conclude Mazza.

 

(Visitato 150 volte, 1 visite oggi)
TAG:
betaland calcio viareggio cup

ultimo aggiornamento: 16-03-2016


Viareggio Cup 2016, i risultati della seconda giornata

Inizio incoraggiante per il Ct Viareggio