Questa mattina (martedì 3 maggio) una delegazione di lavoratori di Polo Nautico con i loro rappresentanti sindacali si è presentata in consiglio comunale per distribuire i volantini dove viene presentata la situazione dell’azienza dopo l’inizio del suo frazionamento “ma non è stato loro permesso”: a segnalarlo è Isaliana Lazzerini, esponente del Partito dei Comunisti Italiani.

“Il frazionamento è iniziato e la conferma arriva proprio dal legale rappresentante di Polo Nautico, che dichiara che il sub ingresso inizia a favore di Balducci. Lo stesso rappresentante afferma che non ci possono essere più alternative ai licenziamenti di 15 dipendenti di Polo Nautico, cui se ne aggiungeranno ulteriori 13 della Fipa immobiliare e dal 1° settembre altri 53.

“I lavoratori chiedono al sindaco e a tutte le forze politiche di uscire allo scoperto e di confermare pubblicamente quale ruolo vogliono assumere sulla vicenda parlando chiaro una volta per tutte: è veramente grave che l’amministrazione comunale abbia deciso nell’Autorità Portuale di compromettere con la scelta del frazionamento una situazione che si trovava in un precario equilibrio, lavandosi le mani sulla sorte dei lavoratori licenziati.

“Chiunque sia al governo della città ha il dovere di ascoltare tutte le parti in causa e sicuramente stare dalla parte dei lavoratori, la parte più debole, per non lasciare in ginocchio tante famiglie che hanno vissuto con sacrifici del loro onesto lavoro rischiando anche la vita quando non era garantita nessuna sicurezza.

“Nel novembre 2013 fu votata all’unanimità un mozione, che poi diventò delibera di consiglio, votata dai consiglieri che ancor oggi sono presenti in maggioranza nell’amministrazione comunale dove vengono sottolineati precisi impegni da parte dell’amministrazione e dell’Autorità Portuale e da tutte le forze politiche”.

(Visitato 59 volte, 1 visite oggi)
TAG:
frazionamento polo nautico viareggio

ultimo aggiornamento: 03-05-2016


“Sul Carnevale nessun confronto nonostante le promesse”

“Nessuna certezza sul risanamento dei conti”