Squalifica del campo per due giornate e 2.500 euro di ammenda: questo il provvedimento preso nei confronti del Forte dei Marmi dopo che al termine della vittoria sul Cgc al PalaForte nelle semifinali scudetto di hockey su pista alcuni tifosi sono entrati – si legge nel bollettino – “indebitamente in campo” con tanto di colpo in testa a un giocatore viareggino.

I rossoblù campioni d’Italia in carica dovranno così giocare lontano dal PalaForte le due gare casalinghe dell’imminente finalissima contro il Lodi – nella fattispecie, gara-due e gara-tre – mentre potrà tornare a Vittoria Apuana già nel caso in cui si rendesse necessario arrivare a gara-cinque per assegnare il tricolore.

Questo il testo del bollettino diramato oggi pomeriggio:

A CARICO DI SOCIETA’

€ 2500,00 di ammenda a:
A.S.DILETT.H.C. FORTE DEI MARMI
SQUALIFICA DEL CAMPO PER 2 GIORNATE
In quanto al termine della gara un numero imprecisato di tifosi entrava indebitamente in pista di gioco, senza che il servizio d’ordine predisposto dalla Società e ne la forza pubblica presente, facessero nulla per impedirlo. Un tifoso si avvicinava al giocatore del Viareggio Leonardo Barozzi e lo affrontava testa contro testa, in difesa del compagno interveniva il giocatore Silva Sergio Alberto, ma il tifoso una volta divincolatosi colpiva il Silva con una testata procurandogli una ferita sanguinante sulla fronte all’altezza dell’occhio sinistro. Dopo circa 20 minuti il disordine veniva sedato dai dirigenti della società.

A.S.D.CGC VIAREGGIO
In riferimento al preannuncio di reclamo presentato all’arbitro, per presunto errore tecnico arbitrale, si precisa che allo stesso non è stato dato seguito

(Visitato 786 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Forte dei Marmi hockey su pista squalifica

ultimo aggiornamento: 11-05-2016


Il 29 maggio il trofeo “Aurora Francesconi”

Vangioni nuovo tecnico del Seravezza