Il candidato sindaco di Seravezza Riccardo Cavirani scrive: “Enrico Pea è stato il più grande scrittore italiano del 900, così ripeteva il compianto Manlio Cancogni che del Pea fu fervido ammiratore. Mi piace pensare che Cancogni avesse ragione e mi piacerebbe ancor di più che le opere del Pea fossero facilmente acquistabili in libreria, e non relegate ad oggetto d’antiquariato reperibile solo in qualche biblioteca‎.

Il seravezzino Enrico Pea (1881-1958) è stato davvero un grande della letteratura e purtroppo i suoi libri sono oggi pressoché introvabili, se non per sporadiche ristampe di qualche piccolo ed eroico editore locale.

“L’opera del Pea è più viva che mai e sarà pertanto mio preciso impegno, una volta eletto sindaco di Seravezza, contattare ed incoraggiare una qualche importante casa editrice italiana – ancora da identificare – nel ristampare l’opera completa del grande scrittore. È imperativo togliere Pea dal paradosso del “celebre sconosciuto” in cui è stato fatto cadere”.

(Visitato 190 volte, 1 visite oggi)
TAG:
enrico pea pea

ultimo aggiornamento: 24-05-2016


“Carta dello Studente” per servizi culturali a tariffe agevolate

M5S: “Tarabella, candidato da esportazione”