In fuga dopo aver investito 14enne in bicicletta. Rintracciato pirata della strada - Cronaca, Cronaca Forte dei Marmi Versiliatoday.it

In fuga dopo aver investito 14enne in bicicletta. Rintracciato pirata della strada

Il giovane sarebbe stato scoperto grazie allo specchietto staccatosi da auto

Sarebbe stato un giovane massese, già noto alle forze di polizia ed al quale era stata ritirata la patente per ripetute violazioni al codice della strada, ad aver investito con la propria auto, un Maggiolone di colore nero, lo scorso 2 luglio a Vittoria Apuana, una 14enne in sella alla propria bicicletta a Forte dei Marmi tamponandola violentemente da dietro.

L’operazione è stata portata a termine grazie anche alla stretta collaborazione con il comando di polizia municipale di Forte dei Marmi. Gli agenti infatti il 2 luglio erano intervenuti sul luogo del sinistro per effettuare i rilievi del caso, raccogliendo la  testimonianza di alcune persone presenti, che sono servite poi a diramare le ricerche a tutti gli organi di Polizia delle province di Massa Carrara , Lucca e Pisa. Il conducente dell’auto, incurante delle lesioni procurate alla giovane, che miracolosamente ha riportato ferite guaribili in trenta giorni, era scappato, perdendo tuttavia sul luogo dell’incidente il faro anteriore destro dell’auto. Le ricerche del Maggiolino di colore nero privo del faro  sono andate avanti per diversi giorni e una pattuglia del NORM Carabinieri di Massa  nel corso di un intervento per dissidi privati a Turano di Massa, ha notato  l’auto ricercata, parcheggiata in un luogo defilato. Dal momento dell’individuazione del Maggiolino investitore, è nata  una stretta  collaborazione tra il NORM Carabinieri di Massa e la Polizia Municipale di Forte dei Marmi, i cui accertamenti hanno permesso di sequestrare il Maggiolino  investitore,  non coperto da assicurazione RCA da svariati mesi, identificare il proprietario e conducente in un giovane pregiudicato della zona, a cui e era stata revocata la patente di guida per ripetute violazioni alle norme di comportamento stradale.

Ora spetterà, sia alla Procura della Repubblica di Massa che a quella di Lucca, valutare i fatti e proseguire nell’ulteriore iter processuale nei confronti del giovane investitore, anche in considerazione dell’inasprimento delle sanzioni in caso di investimento e fuga a seguito di sinistro stradale.

 

 

 

(Visitato 1.107 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 13-07-2016 11:48