Donne scomparse: Massimo Remorini rimane in carcere

Massimo Remorini, 58 anni, condannato a 38 anni sia in primo grado che in appello per la morte di Claudia Velia Carmazzi, 59 anni e Maddalena Semeraro, 80 anni, le due donne scomparse da Torre del Lago e mai più ritrovate dall’estate del 2010, rimane in carcere.

Il Tribunale del Riesame di Firenze, ha respinto la richiesta di scarcerazione di Remorini presentata dal suo legale, l’avvocato Massimo Landi.

Ora la palla passa alla Corte di Cassazione, a cui si è rivolto l’avvocato dopo la condanna bis in Appello.

In caso di condanna definitiva per Remorini sarà definitiva anche la pena da scontare.

Remorini si era approfittata secondo l’accusa  delle due donne per impadronirsi del loro patrimonio, due case e soldi su conti correnti, di entrambe aveva fatto sparire i corpi bruciandoli in un bidone e poi gettandoli in un cassonetto.

Non era colpevole della morte di Claudia Velia Carmazzi, mentre avrebbe fatto sì che morisse la madre, Maddalena Semeraro.

Aggiornato il: 23-07-2016 10:21