Si conclude con la firma dell’atto transattiva l’annoso contenzioso fra i Comuni della Versilia e il CAV da un lato e dalla società TEV Termo Energia Versilia dall’altro, che era subentrata a Termomeccanica nella gestione degli impianti i di Falascaia e Pioppogatto per lo smaltimento dei rifiuti. Nei prossimi giorni anche il Comune di Camaiore, assente questa mattina a Forte dei Marmi, concluderà l’iter procedurale. “Il CAV – spiega Buratti – da oggi non ha più cause legali pendenti e questo rappresenta una grande soddisfazione, non solo, perché si è data finalmente soluzione ad una lite di importo estremamente rilevante (diverse decine di milioni di euro), ma anche perché i Comuni della Versilia con oggi si liberano di un potenziale fardello che avrebbe potuto impegnare per molti anni i loro bilanci. La firma è stata apposta formalmente nella mattinata ed ha così concluso un iter iniziato alcuni anni fa e proseguito con le discussioni nei consigli comunali e le deliberazioni del tribunale di La Spezia che, per parte sua ed insieme agli altri organi delle procedure, l’ha autorizzata. Ringrazio il segretario generale del Consorzio CAV Sergio Sortino, gli avvocati del Collegio difensivo, coordinati dall’Avv. Maurizio Manetti, assistiti per la parte tecnica contabile e fallimentare dal dottor Fabio Bascherini. Infine, un ringraziamento anche al dottor Alessandro Farina, giudice delegato del fallimento e ai curatori Riccardo Dessì, e Saverio Reggi”.

(Visitato 687 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cav comuni Forte dei Marmi tev versilia

ultimo aggiornamento: 13-09-2016


Fortunale 5 marzo, il Comune rinnova l’invito della richiesta di risarcimento

Antonio Manzini vince il Premio Satira Politica Forte dei Marmi 2016