Si è conclusa domenica 18 settembre la quarta edizione dei concerti in quota organizzata dal CAI Massa con gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino. Il meteo, pazzo e inclemente in questa estate, ha fatto spostare il concerto al Teatro Valgraziosa di Calci, che si è comunque riempito di pubblico composto da escursionisti, turisti e abitanti del paese.
Si finisce come si è iniziato, al chiuso per maltempo, ma la soddisfazione degli organizzatori è tanta: “Oltre alle più rosee aspettative, un successo sotto tutti i punti di vista” dichiara Gioia Giusti, pianista e direttore artistico. “Per noi è motivo di grande soddisfazione trovare sempre più gente ai concerti: è un segnale importante, di stima e riconoscenza verso il lavoro fatto in questi quattro anni, da parte del pubblico. Gli artisti, 78 in questa edizione, sono stati meravigliosi: grande varietà nei programmi e nella proposta musicale, un entusiasmo verso il progetto e verso le nostre Montagne commovente.”

I concerti, 11 in tutto compresa l’anteprima di maggio per i 50 anni del Rifugio Forte dei Marmi, hanno visto la presenza di oltre 2500 escursionisti provenienti da tutta Italia: raggiungere il luogo del concerto a piedi, con gli accompagnatori delle Sezioni CAI che aderiscono al progetto (7 in tutto: Massa, capofila, poi Viareggio, Pisa, Carrara, Forte dei Marmi, Pietrasanta, La Spezia), muoversi lentamente con fatica ma aprendosi a nuove meraviglie sembra essere sempre di più una necessità per l’ascoltatore di Musica.
Riappropriarsi lentamente della propria terra, prendere consapevolezza del territorio con un approccio attento e informato, conoscere passo dopo passo i sentieri apuani, è il valore aggiunto che Musica sulle Apuane regala agli appassionati di concerti. L’ascoltatore gode di concerti di altissimo livello, gratuitamente, e lo fa immerso nella Natura.

“E’ molto importante che le persone comincino a frequentare la Montagna con passione e assiduità” dichiara il Presidente del CAI Massa, Sauro Quadrelli. “La nostra sezione, con il progetto dei concerti in quota e con quello di manutenzione dei Sentieri insieme ai detenuti della Casa di Reclusione di Massa, è sempre più impegnata per fare in modo che la cittadinanza, ma anche i turisti che girano lo sguardo dal mare alla montagna, possano fruire di un territorio complesso ma sempre più tutelato e ricco di possibilità per l’escursionismo. La Montagna vive se chi la frequenta lo fa con consapevolezza e rispetto”.

Grande emozione per il concerto clou della stagione, quello di Mario Brunello, violoncellista di fama internazionale, insieme ad Ivano Battiston, fisarmonicista concertista e didatta di grande spessore, che si sono esibiti il 31 agosto nel Duomo di Massa, invece che al Pasquilio, a causa del maltempo. Il Duomo, stracolmo di un pubblico eterogeneo ed attento, composto da escursionisti con gli scarponi ai piedi e da eleganti cittadini scesi in centro per una passeggiata domenicale, hanno accolto i musicisti con un abbraccio silenzioso, attento alla Musica e alla performance dei musicisti.

Una quarta edizione con proposte diversificate: il focus sulla vocalità, con il gruppo vocale femminile Il Quinto Elemento e il Coro La Martinella del CAI Firenze, gli ensemble desueti, i sax del Quartetto Cherubini, il sestetto di corni del Maestro Guido Corti e i violoncelli del Cello Play Quartet, continuando poi con l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, il Quartetto d’Archi Lyskamm, reduce da importanti premi e tournée, la Montura Jazz night per il nuovo filone “La Montagna che Corre” al Trail delle Apuane. Grande spolvero per la chiusura con il Quintetto di Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino che dà la spinta per l’edizione futura, la quinta,che sarà piena di sorprese e su cui il CAI Massa inizia già a lavorare. In inverno è previsto il recupero del concerto del Quintetto dell’Orchestra della Toscana con Ivano Battiston alla fisarmonica, in data da definire, per riprendere slancio verso la stagione estiva 2017.

Lo staff di Musica sulle Apuane ringrazia tutti gli Sponsor ed Istituzioni che hanno reso possibile gli eventi in quota.

3-7-2

(Visitato 84 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alpi apuane cai concerti eventi musica

ultimo aggiornamento: 22-09-2016


Fame nervosa e diete alla moda. Se ne parla con l’associazione Acca

Bilancio finale per “Un’estate a Seravezza”