“Noi stiamo facendo il nostro dovere dal 25 luglio, qualcun altro no. Sono amareggiato, non si prende in giro chi lavora. Stiamo cominciando a perdere pezzi e questo non va bene”. Si riparte inevitabilmente da qui, da una situazione societaria che si sblocca nelle parole, non nei fatti. Marco Masi gradirebbe tranquillità per un gruppo “che è disponibile a fare tutto ciò che chiedo”.

Il passaggio del turno in Coppa Italia, seppur con un po’ di apprensione, è accolto dal tecnico del Viareggio con soddisfazione. “Ci sono state molte cose che mi sono piaciute, sono contento perché la squadra ha sempre cercato di giocare. I gol subiti sono frutto di leggerezze, ricordiamoci però che in campo c’erano quasi esclusivamente ragazzi”.

La doppietta di Bruzzi è una delle note più liete di una partita movimentata, sicuramente divertente. “Elia ha fatto benissimo, lo sapevo già da prima di poter fare affidamento su di lui”, mentre Minichino “sta compiendo passi da gigante, non bisogna caricarlo di eccessive pressioni”.

Il pensiero, almeno per quanto concerne il campo, è già proiettato a domenica, all’impegno contro lo Sporting Recco: “Guai a definirla una gara facile, questo girone sta dimostrando che di semplice non c’è niente. Incontreremo una squadra chiusa, che concederà pochi spazi. Servirà pazienza”.

 

(Visitato 580 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio marco masi viareggio

ultimo aggiornamento: 28-09-2016


Versilia in evidenza ai campionati Sup Race 2016

Minichino e quel rigore alla De Rossi: “Un onore giocare nel Viareggio”