Marco Moriconi, referente di Convergenza Socialista, chiede all’Amministrazione Comunale di Pietrasanta di mettere in atto dei provvedimenti al fine di rendere più sicuro e fruibile per gli utenti della strada l’incrocio tra via Marconi e il sottopasso Avis donatori di sangue, uno dei due punti nevralgici d’ingresso alla città.

Da almeno un decennio è lasciato in una condizione di limbo con i semafori costantemente lampeggianti, con la segnaletica orizzontale gialla (modificata temporanea), con visibilità di fatto non buona.

Molti sono gli automobilisti che affrontano con incertezza l’incrocio in questione: in particolare chi percorre via Marconi andando verso il centro deve osservare lo stop, ma vista anche la segnaletica orizzontale gialla stinta talvolta non si ferma. Chi arriva all’incrocio dal sottovia risente poi di una scarsa visibilità dovuta alle aiuole e ai semafori.

Se non sussistono le condizioni per la costruzione di una piccola rotatoria andrebbe valutato il ricorso ad altre soluzioni tecniche.

Questo è quanto anche da semplice utente della strada riesco a valutare, per senso civico, riguardo ad una difficoltà del resto evidente a tutti coloro che utilizzano l’incrocio e i parcheggi adiacenti a via Marconi.

(Visitato 85 volte, 1 visite oggi)
TAG:
incrocio marco moriconi pietrasanta

ultimo aggiornamento: 29-09-2016


Pietrasanta investe sui parchi giochi

Raduno Truck a Pietrasanta, si raccolgono fondi per il Gaslini