TORNA ad indicare la via del divertimento notturno quella che una vita è stata ‘la Bussola di Focette’ anche se nei numerosi collegamenti televisivi dei tempi passati gli annunciatori andavano dritti sulla ‘Bussola di Viareggio’ suscitando anche attacchi di bile campanilistici. Altri tempi. Tempi in cui la Rai era di casa in Versilia, facendo da cassa di risonanza non solo in Italia. Da sabato 8, inizia la seconda (o terza) vita per uno dei locali che hanno fatto la storia del costume nazionale e internazionale, il tempio dello spettacolo creato con un colpo di genio – le imprese difficili lo affascinavano e gli davano una carica supplementaere – da Sergio Bernardini negli anni ’50 del secondo scorso quando l’Italia stava cominciando a coltivare il sogno del ‘miracolo economico’ e la Versilia si avvicinava a diventare ruggente, ammaliante e vacanziera come non mai.

 Il rilancio della Bussola

A RILANCIARE LA NUOVA BUSSOLA  è l’imprenditore pratese Andrea Biagioli: a passargli la mano Gherardo Guidi, che rimane saldamente al timone dell’altra sua splendida creatura, la Capannina di Forte dei Marmi. Biagioli viene dal mondo del turismo. Sa muoversi in mezzo alla gente. Ha costituito una staff di professionisti. Il minimo in questi momenti è un sincero ‘in bocca al lupo’. Tutto il resto, comprese le novità sussurrate, verrà da solo.  Serata dopo serata. Il nome Bussola rimane scolpito nell’insegna ma qualche inevitabile sorpresa è d’obbligo per incuriosire il pubblico, far sospirare i giovani che per la prima volta entreranno all’interno di un locale dove negli anni d’oro sono passati i più importanti personaggi dello star system internazionale. Nomi leggendari – da Mina a Carosone, da Amstrong a Backer – che hanno segnato un’epoca contribuendo a creare quell’alone di prestigio (meritato) che è andato avanti nel tempo, negli anni d’oro in cui Viareggio e la Versilia erano davvero al centro del mondo. Faceva un certo effetto passare sui viali a mare e vedere la Bussola chiusa. Gli struggenti ricordi facevano da contraltare al presente senza musica e senza divertimento. Da sabato 8 non sarà più così.

 La nuova Bussola

LA BUSSOLA si prepara così ad indossare i panni dei locale dove il divertimento e lo spettacolo, oltre alla buona musica, la faranno da padrone: faceva un certo effetto pensare che il locale simbolo di un’epoca rimanesse chiuso per lavori di ristrutturazione. Una volta completati, ecco l’intesa Guidi-Biagioli e la voglia di dare una sterzata vigorosa con il rilancio del locale nella speranza che possa essere il cavallo di battaglia per riannodare i fili di una Versilia che vuole tornare ad essere sulla cresta dell’onda. Non un giorno o una settimana. Ma per tutto l’anno. D’altronde, Sergio Bernardini – l’uomo della Bussola per antomasia – insegnava che i sogni sono fatti per essere realizzati. Lui c’era riuscito trasformando in un’icona mondiale quel locale che prima di finire al suo guinzaglio, erano stato semplicemente un night club. La Bussola era… la Bussola. E ora vuole tornare ad essere la Bussola, punto di riferimento di chi vuole divertirsi in Versilia. E non solo.

(Visitato 1.154 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bussola di spalla dispalla focette giovanni lorenzini viareggio

ultimo aggiornamento: 07-10-2016


Nuovo porta a porta, i calendari degli avvii

Disservizi di un gestore di telefonia mobile nel territorio di Stazzema