Lo stato del  litorale, nello specifico, le tecniche di contrasto all’erosione mediante la ridistribuzione di sabbia  saranno  il tema del III Forum Internazionale del Mare e delle Coste in programma dal 13 al 15 ottobre prossimi presso Una Hotel a Forte dei Marmi. L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con le Università di Pisa e Ferrara e le categorie economiche locali, è  alla sua terza edizione. “Da ben tre anni – spiega il sindaco Umberto Buratti-  l’Amministrazione comunale ha attivato uno studio permanente sull’annoso problema dell’erosione, consapevole che sullo stato di salute della costa si giochi, non solo importante partita della salvaguardia ambientale, ma anche l’altrettanto  fondamentale questione dell’imprenditoria turistica apuo-versiliese. In questi anni  – prosegue il sindaco – abbiamo messo a confronto studiosi provenienti da prestigiose Università e grazie ai quali ci siamo fatti un’idea precisa su dove e come  intervenire. Non solo,  abbiamo anche attivato i canali politico amministrativi  necessari  affinché il fenomeno erosivo  sia tenuto sotto stretto controllo laddove necessario. Si tratta, infatti, di una situazione che richiede importanti investimenti, per i quali è indispensabile l’intervento  della Regione e dello Stato”.  

L’avvio dei lavori è previsto per giovedì 13 ottobre  alle 9.00 con il saluto del sindaco Umberto Buratti, a cui seguirà l’introduzione al Forum da parte del Comitato Scientifico ed Organizzatore. Quindi, si partirà con la prima sessione, dedicata alla gestione delle foci fluviali, all’ insabbiamento e al dragaggio. Relatori saranno Edward Anthony di Aix-Marseille University, CEREGE, Francia con Sand and gravel supply from rivers to coasts: a Mediterranean perspective.  Seguirà Paolo Billi dell’Università di Ferrara con  il tema Quantification of bedload flux to beaches within a global change perspective e quindi  Paolo Ciavola  dell’Università di Ferrara, Italia con il tema The Magra River mouth evolution: anthropogenic impacts in sediment discharge. Infine  Annelies Bolle  dell’International Marine & Dredging Consultants, IMDC, Belgio interverrà su  Sand nourishment of coastal systems by natural fluvial deposits – how can maintenance dredging operations contribute to coastal restoration.  Nella seconda Sessione si tratterà la  Gestione delle spiagge e la ridistribuzione delle sabbie  con  Arthur Trembanis  di University of Delaware, USA  sul tema Broadkill – Case study of a beneficial use of dredge material project from Delaware Bay. Quindi José Jiménez  dell’Universitat Politècnica de Catalunya, Barcelona Tech, Spagna  parlerà di Managing beaches in the age of scarcity: the Catalan coast case Concluderà la sessione  Giovanni De Falco (C.N.R. – IAMC, Oristano, Italia con un intervento su  Sandy beaches characterization and management of coastal erosion on Sardinia island (Mediterranean Sea)

Venerdì 14 ottobre aprirà la III Sessione : “Gestione delle spiagge e ridistribuzione delle sabbie”   Jorge Guillén dell’Institut de Ciències del Mar – CSIC, Barcellona, Spagna con il tema Sediment transport in the artificially embayed beaches of the Barcelona cit. Al termine, interverrà  Maurizio Bacci  di Iris sas, Firenze,con

The Gulf of Follonica coastal dune system (Tuscany, Italy): efficient engineering schemes carried out to protect morphologies and environment.

La IV Sessione proporrà : Presentazione delle linee guida ministeriali per la gestione delle coste e prevede l’intervento del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Silvia Velo.

La V Sessione  verterà su Considerazioni conclusive sul Forum, eredità lasciata dal ciclo di eventi Interverranno   Giovanni Sarti dell’Università di Pisa con

Introduction to an original approach to an integrated management of Tuscany coast

Mauro Rosi  dell’Università di Pisa con  Intervento per aprire la discussione sul ciclo degli eventi e sulle prospettive future.    Sabato 15 ottobre la riunione sarà aperta, infine,  agli esperti internazionali per redigere un documento che riassuma le tre edizioni del Forum.   Chiuderà il convegno il sindaco Umberto Buratti che tiene a sottolineare come sia “importante una partecipazione corale al convegno, non solo da parte degli imprenditori  che vivono dei frutti del turismo balneare, ma dell’intera comunità che dovrebbe approfittarne per conoscere meglio questi temi  ed essere poi da stimolo delle varie istituzioni a tutti i livelli”.

 

(Visitato 101 volte, 1 visite oggi)
TAG:
coste Forte dei Marmi forum mare umberto buratti

ultimo aggiornamento: 08-10-2016


“Entro un mese i nuovi progetti per i centri all’infanzia L’arsellina e Castelli di sabbia”

Arturo Dazzi, Roma celebra i 50 anni con Forte dei Marmi, Carrara, Villa Bertelli e Senato della Repubblica