Una passeggiata in pineta a Viareggio per dire no alla violenza di genere, per dire basta alla libertà condizionata con cui le donne devono fare i conti ogni giorno. Il Comune di Pietrasanta ha aderito alla camminata collettiva che sabato scorso ha attraversato i viali Cadorna e Capponi per ribadire che il parco deve tornare ad essere un luogo sicuro per tutti. All’iniziativa, promossa con forza dalla Casa delle Donne, ha partecipato anche l’assessore alle pari opportunità, Lora Santini: “Essere presente è un dovere come donna, prima che come assessore – ha spiegato – La violenza di genere va combattuta con ogni mezzo, lanciare segnali come questo è importante, ma non basta. Stiamo lavorando con la Casa delle Donne, in sinergia con gli altri Comuni della Versilia, per aprire sul territorio una casa rifugio, che possa accogliere le vittime di abusi, garantendo protezione e supporto”.

Tra il 1° gennaio 2013 e il 30 giugno 2015, in provincia di Lucca, ci sono stati 746 casi di accesso al codice rosa, 59 hanno visto coinvolte ragazze minorenni. “La violenza di genere è un problema culturale – ha detto l’assessore Santini – Alla passeggiata in pineta hanno partecipato tanti uomini ed è segno che qualcosa si stia muovendo. Le istituzioni, anche in questa fase, devono fare la loro parte”.

(Visitato 70 volte, 1 visite oggi)
TAG:
casa delle donne Comune lora santini pietrasanta viareggio

ultimo aggiornamento: 18-10-2016


In piazza Dante arriva il coprifuoco

Riccardo Gazzaniga torna in Versilia: presenta “Non devi dirlo a nessuno”