CAMAIORE – Un’idea vincente. Come vincente e di grande effetto mediatico è stato il 2016 per la Pardini Armi, l’azienda leader nella costruzione di armi sportive, che oggi pomeriggio viene ufficialmente premiata dal comune di Camaiore al teatro dell’Olivo. Si comincia alle 18,30. E sul palco salirà Giampiero Pardini, un self made men camaiorese, che ha trasferito nella sua azienda l’esperienza accumulata in anni di gare. Anche queste vincenti.

Pardini Armi – la storia

E’ UNA STORIA insomma che dimostra come la realtà della ‘piccole e medie imprese’ italiane siano davvero la locomotiva traianante del nostro paese, alle prese con un processo di deindustrializzazione che sta mettendo a dura prova alcune regioni. La Pardini Armi ha tracciato il solco sul mercato internazionale, non solo l’ha difeso ma anche allargato con la forza dei risultati e di una tecnologia sempre all’avanguardia, sempre avanti agli altri. Il resto lo hanno fatto gli atleti di tutto il mondo che hanno scelto le armi – ideate, progettate e realizzate dallo staff tecnico dell’azienda presieduta da Giampiero Pardini -. valorizzandole con medaglie pesanti, nelle principali competizioni internazionali, a cominciare dalle Olimpiadi. A Rio de Janeiro, c’è stato anche il  surplus della carabina d’oro di Nicolò Campriani – anche questa realizzata dall’azienda lidese – per  diffondere urbi et orbi il marchio della Pardini Armi. Un marchio che sta sempre più diventando vincente a livello mondiale, con la conquista di altre fette di mercato.

Pardini Armi – le armi

LE ARMI della ‘Pardini‘ sono dunque diventate un must: armi sportive di grande precisione, con un marchio vincente del made in Italy, un marchio che Giampiero Pardini ha voluto conservare sul territorio del comune di Camaiore, resistendo alle ripetute lusinghe che anno dopo anno si sono moltiplicate, visto le ripetute offerte di trasferire all’estero il cuore produttivo e tecnologico dell’azienda. Una sorta di ‘volli fortissimamente volli’ per rimanere a Camaiore, per coltivare al meglio la ricetta del made in Italy, difenderlo con grande forza di volontà e proporlo sui mercati internazionali con un giustificato orgoglio. Il marchio ‘Pardini’ è un’icona vincente del nostrio paese. Da applausi. Quegli applausi che Giampiero Pardini riceverà – con pieno merito – domani pomeriggio (sabato) al teatro dell’Olivo di Camaiore nel corso della cerimonia condotta da Andrea Boccardo e che vedrà anche la presenza di colleghi giornalisti che andranno – intervistando il premiato – alla ricerca della ricetta vincente dell’azienda e delle armi Pardini che lo stesso Dan Brown (lo scrittore del ‘Codice da Vinci’ e ora di Infermo’) ha citato nelle pagine del suo primo libro ‘Angeli e Demoni’, ambientato nella città del Vaticano.

(Visitato 517 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore pardini armi

ultimo aggiornamento: 18-11-2016


Tagliano i fili dell’illuminazione per rubare indisturbati

“La soffitta scende in strada” mercatino tra riciclo e baratto