Il Gestore GAIA S.p.A. prosegue dritto sulla strada dei rimborsi per gli utenti di Massarosa, come da impegni presi con l’Amministrazione Comunale e annunciati anche nel corso di un’assemblea pubblica con i cittadini a ottobre.

I rimborsi hanno lo scopo di riconoscere in bolletta, a tutti gli utenti coinvolti, il disagio derivante dai periodici fenomeni di torbidità nelle acque del Comune. La scorsa settimana la Società ha elaborato una proposta che prevede un meccanismo di sconto sui consumi extra delle utenze, causati dai flussaggi al rubinetto necessari al superamento della torbità dell’acqua.

La proposta tecnica formulata da GAIA è stata inviata all’Autorità Idrica Toscana, la quale si è subito attivata convocando un primo incontro per discutere le linee generali contenute nel documento. Alla prima riunione, che si è già svolta a Firenze lo scorso martedì 15 novembre, erano presenti il presidente di GAIA S.p.A. Vincenzo Colle, il direttore Paolo Peruzzi e il direttore di AIT, Alessandro Mazzei.

Il prossimo step spetta all’Autorità, che avrà il compito di effettuare le opportune verifiche sulla fattibilità della proposta. La proposta sarà successivamente sottoposta anche all’Amministrazione Comunale.

“Ho apprezzato la proposta e l’impegno dimostrato da GAIA nel dare delle risposte ai cittadini di Massarosa. – ha dichiarato Mazzei – Al di là delle puntuali analisi che eseguiremo sulle ipotesi avanzate, mi sembra che il meccanismo individuato da GAIA possa rappresentare un modello da estendere anche in altre realtà.”

“GAIA e AIT come da impegni presi – ha affermato il vice-sindaco di Massarosa Damasco Rosi – stanno formulando una proposta da sottoporci su cui poi confrontarci per quanto tecnicamente possibile. La strada è tracciata. Sono soddisfatto inoltre che il “modello Massarosa” sui meccanismi di sconto possa in futuro servire anche ad altri, segno che le istanze avanzate da noi in questi anni hanno avuto fondamento”.

Ha dichiarato il presidente di GAIA Vincenzo Colle: “I rimborsi sono un segnale importante di apertura della Società ma abbiamo ben presente che l’azione prioritaria per GAIA deve restare la realizzazione degli investimenti per risolvere i problemi.

Per far questo i nostri ingegneri hanno progettato un serrato cronoprogramma di lavori, ed è confermato che anticiperemo, in accordo con AIT, la realizzazione degli investimenti programmati pari a 3 milioni di euro, inizialmente previsti fino al 2020, entro il 2018. Ulteriori interventi sono previsti anche negli anni a seguire.”

Al fine di costituire un sistema di approvvigionamento idrico funzionale, al centro delle operazioni di GAIA resta il risanamento della ‘Pedemontana’.

La Pedemontana è la principale condotta di adduzione del Comune, interamente in acciaio e priva di protezione, posata negli anni ’90, e già in pessimo stato di conservazione. GAIA ha altresì previsto ulteriori interventi sul sistema acquedottistico, per alimentare a gravità alcune parti dell’acquedotto e assicurare una pressione costante in rete.

Intanto, hanno già avuto inizio le sostituzioni delle tubazioni di distribuzione più compromesse, ed entro i primi mesi del 2017 verranno anche installati, in prossimità dei serbatoi, 6 rilevatori di torbidità per un monitoraggio 24ore su 24 della rete.

(Visitato 169 volte, 1 visite oggi)

Sospensione dell’acqua in via Regia

GAIA, notifiche per l’agevolazione ISEE