Avrebbe potuto essere un bilancio più pesante quello dell’ultimo weekend di maltempo su Pietrasanta, se gli interventi dell’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni e del Centro Operativo di Coordinamento Comunale non fossero stati tempestivi. A due giorni dall’emergenza, sono già state prese tutte le contromisure per mettere in sicurezza frane e smottamenti. Super lavoro per i tecnici comunali, impegnati nei sopralluoghi per valutare gli interventi di ripristino necessari. E’ stata una piccola emergenza e la prima occasione per testare la riorganizzazione del Centro Operativo il cui coordinamento è stato affidato a Giuliano Guicciardi. Tutti i disagi – spiega Adamo Bernardi, Capo di Gabinetto del Sindaco – sono stati affrontati mettendo in campo uomini e mezzi che hanno provveduto ad effettuare gli interventi di messa in sicurezza della viabilità la dove si sono verificati smottamenti e pulizia delle griglie e degli attraversamenti”.

Il danno più grave è quello riportato dalla chiesa di Capezzano Monte, scoperchiata da un fulmine, che ha danneggiato la copertura esterna. I tecnici hanno dichiarato inagibile la struttura per la caduta di calcinacci ed eventuali lesioni sulla cupola al momento restano da valutare.

E’ rientrata l’emergenza a Valdicastello in località Parigi: è franato il muro di cinta di un terreno privato, che ha isolato un abitato di 20 persone, ma la strada è stata prontamente sgomberata dai volontari. Il proprietario dell’appezzamento ha già preso contatti con gli uffici tecnici del Comune e si è impegnato a ripristinare il contenimento nel più breve tempo possibile per evitare altri problemi in caso di pioggia.

Sotto controllo la situazione di via Cerro Grosso: l’esondazione di un fosso ha eroso il terrapieno sotto l’asfalto e la strada risulta a rischio cedimento. Il tratto pericoloso è stato transennato, la carreggiata al momento è ridotta e le auto possono transitare solo con senso unico alternato. “Stiamo effettuando le valutazioni tecniche per definire l’intervento da fare – spiega l’assessore ai lavori Pubblici, Simone Tartarini – Purtroppo i fondi dovranno essere sbloccati dalla Regione, che non ci ha ancora fatto avere i finanziamenti per gli smottamenti pregressi, a cominciare dalla frana di Capriglia. A questo punto metteremo in conto anche l’urgenza che si è appena verificata a Strettoia”.

Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina ufficiale www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

 

(Visitato 76 volte, 1 visite oggi)
TAG:
capezzano monte fulmini maltempo meteo pietrasanta smottamenti

ultimo aggiornamento: 22-11-2016


Riapre la scuola “Bibolotti e Santini” di Marina di Pietrasanta

Addio ai cassonetti per la raccolta di abiti usati