SICUREZZA1: ACQUA NON POTABILE NEL CENTRO STORICO, COMUNE EMETTE ORDINANZA. AZIONE PER VERIFICARE RESPONSABILITÀ

“Questa mattina ci siamo assunti la responsabilità di emettere su segnalazione di Gaia Spa un’ordinanza precauzionale per utilizzo a scopo alimentare dell’acqua per gli abitanti del centro storico. Non tutte le famiglie avranno notato una torbidità dell’acqua perché non tutte le tubazioni sono interessate ma a scopo precauzionale abbiamo preferito circoscrivere l’area all’interno della quale non è possibile usare acqua per fini alimentari”. E’ il Sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni ad informare la cittadinanza pochi minuti dopo aver firmato l’ordinanza che divieta utilizzo dell’acqua. Il Comune di Pietrasanta ha provveduto, così come previsto dal protocollo, ad informare la cittadinanza interessata attraverso l’attivazione dell’Alert System, affissione ordinanza, distribuzione volantini esplicativi e comunicazione diretta dei volontari della Protezione Civile. Duro il commento del primo cittadino nei confronti del modus operandi di Gaia Spa: “Sono estremamente contrariato del modo con cui Gaia Spa avvisa, opera ed agisce sul territorio comunale di Pietrasanta informando la pubblica amministrazione solo a cose fatte. Gaia Spa ha il dovere di comunicare preventivamente ogni tipo di intervento, se pur causato da cause di forza maggiore, in modo che la pubblica amministrazione possa comunicare con tempestività alla comunità eventuali disagi come avviene per gli altri gestori di utenza. Non si capisce perché la nostra azienda non abbia ancora compreso come esercitare il proprio ruolo da questo punto di vista. Ho chiesto, con ordinanza, ad Asl, Arpat, Asl ed Ufficio Ambiente, di verificare eventuali responsabilità e procedere conseguentemente con gli atti necessari. Auspico che nelle prossime 24 ore la questione sia risolta e quindi di poter revocare ordinanza oggi emessa”.

Sicurezza2: acqua non potabile nel centro storico, l’area interessata

mappa-ordinanza-cautelativa-30-novembre-2016-pietrasantaA seguito delle operazioni di riparazione di una grossa perdita su una tubazione da parte di Gaia Spa si sono verificati problemi di torbidità con rischio di presenza di tallio per cui, l’Amministrazione Comunale e Gaia spa, comunicano che a partire da oggi e fino a nuove disposizioni è vietato per gli utenti del Centro Storico di Pietrasanta, nel quadrilatero compreso tra piazza Statuto e cimitero capoluogo e da via Aurelia alla zona di S.Maria, come meglio individuato nella planimetria allegata all’ordinanza pubblicata sul sito comunale (www.comune.pietrasanta.lu.it), di utilizzare l’acqua dell’acquedotto per uso alimentare e potabile.

L’acqua potrà essere utilizzata solo per lavaggi ed igiene personale.
L’approvvigionamento di acqua per uso potabile sarà possibile tramite cisterne e bottiglie distribuite presso: parcheggio stazione Carabinieri, parcheggio Stazione Ferroviaria e piazza Statuto.

Aggiornamento ore 17.40

 Una misura precauzionale in seguito alla rottura di un’importante tubazione su Via Valdicastello: è questo il motivo che ha condotto GAIA S.p.A. a richiedere all’amministrazione comunale di Pietrasanta l’emissione di un’ordinanza cautelativa di non potabilità nel centro storico, per scongiurare eventuali presenze di tallio nella rete causate dai lavori imprevisti necessari alla riparazione del guasto. Ordinanza che è già in via di ritiro: le analisi di stamattina infatti, condotte a tappeto su tutte le fontane pubbliche del centro storico, hanno dato i risultati sperati, confermando che il tallio rilevato non ha superato gli 0,6 microgrammi/litro, contro un limite di accettabilità di 2. La procedura utilizzata, estremamente prudenziale, nonostante abbia creato disagio alla popolazione per cui la Società si scusa, è stata attuata di concerto con l’Amministrazione Comunale e con l’AUSL al fine di evitare qualsiasi rischio.

 

COSA E’ SUCCESSO – Ieri mercoledì 29 novembre 2016, si è rotta una tubazione in acciaio lungo la via di Valdicastello, nei pressi dell’incrocio con la via Sarzanese Valdera, tubazione collegata alla condotta adduttrice che dal serbatoio Filippi si va a innestare nella rete del centro storico di Pietrasanta. A seguito dell’improvvisa rottura si è avuta una grande fuoriuscita di acqua (foto allegata) che ha limitato l’alimentazione della rete del centro storico da parte del serbatoio Filippi, alimentazione che è stata automaticamente integrata attraverso delle operazioni dei tecnici.
Il personale di Gaia intervenuto immediatamente (poichè già presente sul posto per altri interventi) ha provato ad eseguire la riparazione senza movimentare le saracinesche a monte e valle del tratto interessato dalla rottura. Purtroppo a causa della quantità ingente di acqua in uscita e della pressione molto elevata, alle 17,00 si è stati obbligati a parzializzare alcune saracinesche. Alle 18,30, nonostante sempre una grande presenza di acqua nello scavo, la riparazione era conclusa. Successivamente si è provveduto, con la massima cautela, a riaprire le saracinesche parzializzate, in modo da ristabilire le condizioni normali di esercizio. Le operazioni si sono concluse intorno alle ore 19,00.
La diminuzione della portata conseguente alla perdita, la parzializzazione delle saracinesche necessaria per la riparazione e la successiva riapertura, hanno avuto come conseguenza fenomeni di turbolenza nelle condotte limitrofe alla zona di intervento, con la comparsa di fenomeni di torbidità delle acque. Gaia ha inviato comunicazione all’amministrazione comunale e per conoscenza alla competente Autorità Sanitaria, suggerendo l’emissione di una ordinanza preventiva e precauzionale di non potabilità per il centro storico, in attesa dei risultati delle analisi sui campioni prelevati questa mattina, che come detto, sono stati confortanti.
(Visitato 215 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento