Il TAR mette fine alla controversia per la realizzazione della terza vasca al depuratore consortile, che potrà dare il via libera ai lavori.  Il ricorso era stato presentato lo scorso settembre  dalla ditta prima classificata al bando, che, già esclusa per una problematica ravvisata  nella sua offerta, non ha rinunciato alla sospensiva, come sembrava in un primo momento. Da qui, l’ulteriore  rinvio di tre mesi dell’iter. La gara era stata bandita da GAIA S.p.A. nell’ottobre 2015 : da allora, a causa di questa esclusione, non era stato possibile andare avanti nell’aggiudicazione e quindi nell’esecuzione dei lavori. Adesso, il TAR, respingendo  a metà dicembre la richiesta della ditta ricorrente, ha eliminato l’ultimo impedimento. A questo punto,  GAIA potrà aggiudicare i lavori al secondo classificato per dare  il via agli interventi che, lo ricordiamo, dureranno circa un anno dalla consegna dei verbali. La  terza vasca  incrementerà la potenzialità  di quasi il 40%, raggiungendo i 47.500 AE. Ciò porrà l’impianto in una situazione di assoluta normalità  di funzionamento anche nel periodo estivo, quando invece, nella configurazione attuale, l’impianto lavora al limite delle sue possibilità.  Ecco che arriva a compimento un’opera molto importante per il territorio  di tutto il comprensorio di Forte dei Marmi e Querceta, che permetterà  di soddisfare le esigenze della depurazione delle acque, sia in inverno con la sola popolazione residente,  ma soprattutto in estate,  quando quintuplica e raggiunge i numeri di una città. “Come si ricorderà- è intervenuto l’assessore alla partecipazione Alessio Felici-  la terza vasca era  stata individuata come progetto prioritario dai cittadini di Forte dei Marmi, chiamati ad esprimersi sul finanziamento ad una serie di opere pubbliche, scelte attraverso il percorso partecipativo “Forte in bilancio” per il quale l’amministrazione comunale aveva stanziato 400.000,00 euro. Per questo, continuiamo a monitorare l’iter di questo intervento così importante per il paese. La decisione del TAR segna un bel punto per l’avvio dell’opera. Ora vedremo gli sviluppi£.  La spesa totale sarà di 2.133.000,00 euro dei quali 1.733.000,00 a carico del contributo regionale previsto dal piano di stralcio e 400.000,00 a carico del Comune di Forte dei Marmi.   Il nucleo principale del progetto consiste nella realizzazione di un’intera nuova linea di depurazione biologica. Altri importanti interventi riguarderanno il sollevamento iniziale che, potenziato, consentirà un assai miglior funzionamento dell’intera rete fognaria riguardante il depuratore, così da eliminare gli episodi di insufficiente collettamento dei liquami, anche in tempo di pioggia. Infine, sarà curato specificamente anche l’impatto ambientale del nuovo depuratore, con la copertura delle zone di massima formazione di odori sgradevoli  e la realizzazione di un sistema di aspirazione e trattamento dell’aria da queste stesse sezioni, prima dell’immissione in atmosfera.

 

 

 

 

 

(Visitato 113 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Forte dei Marmi gaia tar

ultimo aggiornamento: 24-12-2016


Capodanno in Versilia. A Forte dei Marmi una festa a misura di bambino

Al via i lavori per le nuove opere pubbliche