A gennaio partiranno le gare per  una serie di interventi di manutenzione e messa in sicurezza del patrimonio arboreo esistente sul territorio. Numerose le opere in programma, che andranno dalla potatura, alla spalcatura, fino all’abbattimento degli esemplari, laddove ritenuto necessario.  “Il fortunale del 5 marzo 2015 – spiega l’assessore ai lavori pubblici e ambiente – ci ha ulteriormente fatto capire come sia importante tutelare le nostre piante, molte delle quali, seppure apparentemente in buona salute, non hanno resistito all’incredibile forza del vento di quella notte”.  Insieme agli interventi urgenti, andrà in gara anche il servizio triennale di abbattimento e manutenzioni varie alle alberature comunali.   Per quanto riguarda i lavori urgenti,   interesseranno numerose strade, piazze  ed edifici pubblici del territorio: via Giannotti, via Amendola, via Rosseti- Bendini, via San Camillo, via Papa Giovani XXIII, Stadio Necchi Balloni, via Gramsci, via Civitali, Scuola Ugo Guidi, piazza Farmacia di Vaiana, via Giglioli, via Trento, piazza Fratelli Meccheri, via Mascagni, via Versilia, via Cardiucci e via XX Settembre. Gli interventi previsti avranno un costo di 39.154,00 euro.  Sempre per la medesima tipologia di interventi, saranno interessate via P. I. da Carrara e  piazza Poli per una spesa di 14.358.00, euro. Un terzo intervento con le stesse modalità di esecuzione riguarderà via XX Settembre, viale Morin, via Ponchielli, via Savonarola, il mercato coperto, il parco dietro la farmacia di Vaiana, , via Ferrucci e piazza Migneco. In questo caso, il costo complessivo sarà di 39.757,00 euro. Infine, in merito al servizio triennale  di abbattimento e manutenzione,  il programma prevede un investimento di 97.400,00 euro per il 2017,  ancora 97.400,00 euro per il 2018 e  97.400,00 euro per il 2019.

(Visitato 57 volte, 1 visite oggi)
TAG:
appalti Forte dei Marmi gare manutenzione verde

ultimo aggiornamento: 30-12-2016


Grandi novità per la settima Edizione del Torneo Alpi Apuane

Piantumazione alberi finanziati dalla donazione di “Più Forte del vento”