"Mallegni fa cassa con più tasse e multe" - Comune Pietrasanta, COMUNI, Politica, Politica Pietrasanta Versiliatoday.it

“Mallegni fa cassa con più tasse e multe”

Nell’ultimo consiglio comunale, del Comune di Pietrasanta, la maggioranza ha votato un regolamento nel quale si mettono dei nuovi balzelli alle imprese che vogliono pubblicizzare la loro attività.

Mallegni & Co – sostiene Daniela Ferrieri, consigliera Comunale PD – cambiano il metodo per calcolare la tariffa da applicare alle aziende che espongono cartelloni ed altri mezzi pubblicitari aumentandola in maniera esponenziale. In precedenza l’impresa che faceva pubblicità alla propria attività pagava per l’occupazione del suolo pubblico in relazione alla proiezione a terra della superficie della cartellonistica pubblicitaria, dal 2017 invece in rapporto alla superficie esposta per ciascuna faccia del cartello.”

“Visto che non c’era nessun motivo per modificare questo regolamento (se non quello di far cassa, alla faccia del sostegno alle imprese) – attacca la consigliera – cosa inventano questi buontemponi che governano? Che la scelta è dettata nientepopodimeno che dalla lotta alla pubblicità abusiva. Dalla lotta alla pubblicità abusiva? Jake in The Blues Brother è stato sicuramente più originale: “Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia!”.

La lotta all’abusivismo si fa con i controlli, non si fa aumentando le tariffe. Noi del Gruppo Consiliare PD di Pietrasanta abbiamo votato contro a questo regolamento perché non vogliamo penalizzare le imprese che agiscono correttamente. Tutto questo avveniva “alla zitta”: mentre era in corso il Consiglio Comunale con i consiglieri del PD che chiedevano spiegazioni e si opponevano al provvedimento, nel chiuso di una stanza il Sindaco e la Giunta aumentavano le tariffe senza dire nulla a nessuno, triplicando il costo del cartello del passo carrabile e raddoppiando la tariffa dello spuntista giornaliero alla fiera di San Biagio.”

“Tutto senza una parola di spiegazione e con uno sgarbo istituzionale senza precedenti. Così conclude Daniela Ferrieri –  intanto nel bilancio 2017 è scritto nero su bianco che  per il futuro i pietrasantini  devono aspettarsi “anni di tasse” perché sono stati “confermati i livelli tariffari” esistenti e poi tante multe: aumenteranno infatti le entrate extra-tributarie (multe e proventi da parcheggi per intendersi). E le promesse elettorali dei tagli alle tasse dove sono finite ? Ricordiamo che anche per quest’anno è confermata la TASI sulle seconde case: 800 mila euro in più di tasse rispetto a due anni fa, quando l’addizionale TASI serviva a diminuire la tassazione sulla prima casa, ora abolita dal Governo di centrosinistra.”

(Visitato 104 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-01-2017 13:32