Si rientra a scuola, ma c'è lo sciopero del personale di servizio - Cgil, Cisl, Cronaca, La voce degli Enti, Sindacati, Top news, Uil Versiliatoday.it

Si rientra a scuola, ma c’è lo sciopero del personale di servizio

Rientro problematico per i ragazzi delle scuole in Versilia. Per la giornata di lunedì 9 gennaio uno sciopero del personale di servizio mette a repentaglio il regolare svolgimento delle lezioni. Le lavoratrici e i lavoratori adibiti al servizio di pulizia e sorveglianza delle scuole lunedì 9 gennaio aderiranno allo sciopero indetto dalla Filcams-CGIL e Fisascat-CISL e si riuniranno dalle ore 10 in un presidio davanti all’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca in attesa di esser convocati dalla Dirigenza, per rivendicare le proprie ragioni.
“I motivi che hanno indotto a confermare lo sciopero – spiegano i sindacati –  dopo la procedura di raffreddamento (L.146/90) prevista nei servizi pubblici essenziali, attivata nei confronti delle aziende Dussmann e Auriga presso la Prefettura di Lucca in data 07 dicembre 2016 e conclusasi con esito negativo, sono riconducibili ad una situazione di estrema gravità rispetto all’esponenziale valore negativo di banca ore accumulata durante l’ultimo biennio ovvero da quando è iniziato il progetto “scuole belle”, ma soprattutto il fatto che le aziende titolari dell’appalto, in modo unilaterale da settembre 2016 abbiano di fatto congelato la maturazione della banca ore causando una riduzione degli stipendi fino al 60/70 %, contravvenendo a quanto previsto dagli accordi nazionali, dove nonostante i tagli dei governi viene invece garantito il mantenimento occupazionale e il livello retributivo.

“Il luogo del presidio non è casuale infatti per quanto di competenza della committenza (UST) invece, denunciamo un’organizzazione del lavoro che non tenendo conto della gravità della situazione, mantiene una rigidità sugli orari dei servizi, che rende praticamente impossibile l’adeguata copertura degli edifici scolastici attraverso sostituzioni di personale assente; con tutto ciòne consegue che le scuole della provincia sono sudice e mal sorvegliate a scapito della salute e la sicurezza dei nostri bambini. Per tanto è nostra intenzione tenere costantemente informati genitori e personale scolastico sulla situazione che indistintamente ricade negativamente su tutta la cittadinanza.

(Visitato 1.866 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 08-01-2017 13:00