“Se l’Amministrazione è decisa ad affrontare la questione della toponomastica che lo faccia a trecentosessanta grandi, provando quindi a risolvere anche l’annosa questione legata ai “doppioni” tra Viareggio e Torre del Lago Puccini, emersa in tutti i suoi disagi dal 2007, dopo la poco intelligente decisione di Poste Italiane di sopprimere il CAP della frazione pucciniana”.
“La legge peraltro è chiara: al comma 5 dell’art.41 del Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 1989, n.223, si afferma che “nell’ambito del territorio comunale non può essere attribuita una stessa denominazione ad aree di circolazione dello stesso tipo, anche se comprese in frazioni amministrative diverse”; tra Viareggio e Torre del Lago Puccini i doppioni sono molti e da anni creano problemi nella corrispondenza come anche nella navigazione satellitare, questo potrebbe essere il momento adatto per tentare di risolvere la questione e adempiere a quanto previsto dalla legge”.
“Ripristinare il CAP di Torre del Lago Puccini sarebbe probabilmente la mossa migliore rispetto ad un cambio della toponomastica, per questo chiediamo al Sindaco Del Ghingaro di attivarsi presso la direzione di Poste Italiane in tal senso e addivenire alla soluzione meno impattante per i cittadini”.

(Visitato 132 volte, 1 visite oggi)

Morte Iacconi. Dodici anni a uno degli aggressori per omicidio e tentato omicidio

Giorno della Memoria. Gli appuntamenti nel Comune di Viareggio