E’ stata firmata questa mattina (25 gennaio) la convenzione che lega, per il quarto anno consecutivo, l’associazione balneari di Lido di Camaiore, l’istituto comprensivo Giorgio Gaber e l’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Camaiore. Oltre ai progetti sulla sicurezza in mare dedicati ai ragazzi delle scuole, quest’anno la novità sarà il focus sull’entroterra e sulle Apuane.

L’intesa prevede diversi aspetti. “Ripeteremo anche quest’anno – ha spiegato Luca Petrucci, presidente dei balneari di Lido di Camaiore – l’esperienza di “Papà ti salvo io”: un corso per bambini e ragazzi su come comportarsi in spiaggia, quale pericoli evitare, come intervenire in caso di necessità e bisogno. Ripeteremo inoltre, a febbraio, marzo ed aprile, le giornate dedicate alla sicurezza in mare e sulla spiaggia In particolare quest’anno, grazie alla collaborazione di diverse associazioni, faremo capire ai ragazzi per ogni tipo di emergenza chi interviene, come agisce cosa fa: ci saranno dimostrazioni di salvamento in mare coi cani, esercitazioni della protezione civile e dei vigili del fuoco, e tante altre iniziative”.

papa ti salvo io

“La grande novità di quest’anno – ha aggiunto Petrucci – sarà il fatto che quest’anno porteremo i ragazzi sulla spiaggia ma ribalteremo la prospettiva e gli mostreremo, alle loro spalle, le Alpi Apuane. In programma infatti una serie di lezioni, teoriche e pratiche, per far sì che i ragazzi di Lido conoscano l’entroterra camaiorese e le nostre montagne”.

“Quando ci siamo insediati – ha aggiunto l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Camaiore, Sandra Galeotti – avevamo tra gli obiettivi quello di creare una rete tra cittadini, istituzioni, operatori e associazioni: aspetto che nel settore istruzione vede la sua attuazione completa. La miriade di progetti portati avanti in questi anni, anche con l’aiuto dei balneari e delle scuole, ha fatto sì che nelle nostre scuole i ragazzi potessero godere di un’offerta formativa senza uguali in Versilia. Coi balneari abbiamo iniziato a collaborare 4 anni fa e tra le iniziative da sottolineare il fatto che grazie a loro abbiamo, in ogni scuola del territorio, almeno un defibrillatore per plesso, unico caso in Italia, oltre garantire la formazione del personale scolastico e non, e la manutenzione continua alle apparecchiature”.

firma protocollo

Terza firma sul protocollo è quella della dirigente scolastica del Gaber, Sonia Imperatore. “Il rapporto continuo con l’amministrazione comunale e con le associazioni del territorio – ha detto – hanno portato benefici alla scuola e agli studenti. In questi anni abbiamo avviato tante iniziative che da una parte aiutano i ragazzi a crescere, e dall’altra gli danno modo di conoscere meglio in territorio in cui vivono. Molto apprezzato, ad esempio, il libro “Lido tra terra e mare”, il volume che racconta la storia di Lido di Camaiore attraverso storie e aneddoti raccontati dai nonni dei ragazzi”.

Come ha sottolineato la vicepresidente dell’associazione Balneari, Nicoletta Vespa, le iniziative sulla spiaggia sono rese possibile anche grazie alla convinta partecipazioni di enti e associazioni (le unità cinofile di salvamento K9 di Antonio Colonna, le forze dell’ordine, pubbliche assistenze, 118, Cetus, vigili del fuoco) e di sponsor privati come Coalve e il Panificio La Spiga.

(Visitato 237 volte, 1 visite oggi)