“Matteo Renzi ha lanciato una nuova sfida, al Lingotto di Torino dove il Partito Democratico dieci anni fa fu fondato, riproponendo alcuni dei temi che lo avevano imposto alla guida del centro-sinistra e del paese e proponendone di nuovi, come la diversa fase politica di fronte al paese richiede. Noi crediamo che le ragioni di questa sfida siano ancora valide ed invitiamo pertanto, nel Congresso che si apre, a sostenerlo e a rieleggerlo segretario del Partito Democratico per un secondo mandato”.

 Lo scrivono Stefano Baccelli, Sabrina Mattei e Adolfo Del Soldato. “Per questo convochiamo per mercoledì 15 marzo, alle ore 21, presso la federazione PD della Versilia, tutti gli iscritti al partito che si riconoscono in questa candidatura per una serata di confronto e di dibattito sul programma da sostenere e le iniziative da portare avanti”.

“La fase di fronte a noi è infatti profondamente diversa, come Matteo Renzi ha detto con chiarezza: è una fase in cui il nostro segretario dovrà attrezzare un partito finalmente adeguato alla società del XXI secolo, un partito insieme di elettori e luogo di confronto e di selezione di gruppi dirigenti. Un partito ancora plurale e aperto come il PD è sempre stato, ma con un diverso gioco di squadra nella sua conduzione, con un più ampio e visibile coinvolgimento delle migliori intelligenze di cui il partito dispone. Un partito che sappia dare risposte radicali alla crisi e al malessere sociale che coinvolge larghi strati sociali, a partire dai giovani.

“Un partito però che in questo nostro paese, devastato dai populismi e da proposte politiche fondate sulla rappresentanza e sull’alimentazione di tutte le rabbie, sappia tener fede ai suoi fondamentali, che sono i fondamentali della sfida che fu di Veltroni e che è di Renzi: la politica che è impegno per un futuro migliore, per una società che premi il merito e dia risposte ai bisogni, che rimuova barriere e ingiustizie in nome dell’eguaglianza delle opportunità e dei diritti delle persone. Un partito fermamente europeista, per un Europa che sia restituita alla democrazia e ai cittadini e sottratta alle burocrazie di Bruxelles. Una sfida in nome del primato della politica contro i mille poteri irresponsabili che condizionano le decisioni pubbliche del nostro paese.

“Matteo Renzi è l’uomo giusto per interpretare questa fase e per guidare il Partito Democratico alla riscossa. Da mercoledì, anche in Versilia, comincia il lungo percorso che vedrà il nostro partito, unico nel panorama italiano, eleggere i propri organismi attraverso regole che garantiscono alle più diverse opzioni di confrontarsi liberamente e affidano la decisione a milioni di cittadini”.

(Visitato 470 volte, 1 visite oggi)
TAG:
matteo renzi

ultimo aggiornamento: 12-03-2017


#CiMettoLaFaccia, il video a sostegno di Del Dotto sindaco

“Telefonini comprati con tessere-spesa, bene sospenderle ai migranti”