La Provincia non chiede a nessuno l’obbligo del Passo Carrabile ne la “regolarizzazione” degli accessi preesistenti al 1993, ma è solo una volontà esclusiva del centrosinistra di Massarosa.

Solo i cittadini della “Sarzanese di Massarosa” saranno chiamati “a pagare per essere regolarizzati” dal Comune di Massarosa, mentre i cittadini della “Sarzanese di tutti gli altri Comuni” non devono fare ne pagare nulla! Altro che convenzione per un “procedimento semplificato a favore del cittadino”.

Trovo assurdo che la maggioranza di centrosinistra abbia bocciato la mia mozione di chiedere un chiarimento interpretativo al Ministero competente sulla normativa e corretta applicazione del procedimento Comunale di giunta sui Passi Carrabili che così come inteso dal centrosinistra di Massarosa non ha euguali in nessuno degli altri 8000 Comuni d’Italia.

Questo sopratutto dopo che in consiglio comunale sindaco e capogruppo del PD Brocchini si sono scagliati contro una rappresentante del comitato cittadino con una caduta di stile inqualificabile e accusato l’opposizione di creare disinformazione su delibere da loro fatte e neanche da loro a quanto pare ben comprese.

A mio giudizio siamo di fronte all’ennesima “bufala” spacciata dal centrosinistra massarosese ai suoi cittadini come “obbligo di legge” fin dal 1993 che però ad oggi pare esistere solo per Massarosa almeno così come intendono applicarla e su questo non vi è dubbio che sia una loro precisa volontà.

Del resto il centrosinistra di Massarosa ci ha ormai abituato a queste “sortite” tutte finalizzate in realtà a “raspare nelle tasche” dei cittadini dopo aver tentato di far ripagare le “tombe perpetue” o tassare “i tubi sotto terra” e che lo ha visto sempre soccombere ed avere torto in tribunale.

Alberto Coluccini
Consigliere Comunale

(Visitato 744 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alberto coluccini passi carrabili massarosa

ultimo aggiornamento: 18-03-2017


Coluccini isolato anche dalla Minoranza sulla Consulta del Volontariato

“Sconcertati dall’atteggiamento di Coluccini”