G7 a Lucca: Tutto quello che c'è da sapere - Cronaca di Lucca Versiliatoday.it

G7 a Lucca: Tutto quello che c’è da sapere

Summit internazionale del G7: il Comune attiva due punti informazione per i cittadini. Ecco come muoversi in città nei giorni dell’evento
Da lunedì 3 aprile sarà possibile per i cittadini rivolgersi a Itinera e al gazebo che verrà allestito in piazza del Giglio. Sarà operativo anche un numero di telefono e una mail dedicata.

In vista dell’appuntamento internazionale del G7 dei Ministri degli Esteri in programma lunedì 10 e martedì 11 aprile a Lucca, il Comune allestisce due punti informativi dove cittadini residenti, commercianti, professionisti, potranno ottenere tutte le informazioni utili a vivere al meglio questi due giorni che rappresentano un’ulteriore occasione di grande visibilità per la città, ma che al contempo comporteranno l’applicazione di una serie di misure volte a garantire la sicurezza dei luoghi interessati dal summit.

I due punti informazioni saranno operativi da lunedì prossimo (3 aprile) a Itinera in piazzale Verdi (orario 9 – 19) e al gazebo che sarà allestito dalla Protezione Civile e dalla Polizia Municipale in piazza del Giglio (orario 9 – 18). Nei due presidi i cittadini potranno consultare le carte dove sono riportate le aree in cui il centro storico è stato suddiviso e le regole da seguire nei giorni interessati dall’evento. Sarà inoltre disponibile materiale informativo con tutte le indicazioni utili.

Sempre per facilitare il contatto con i cittadini è stato istituito un numero telefonico unico per la richiesta di informazioni, il 328/0411950 e una casella di posta elettronica: [email protected], anche questi attivi da lunedì prossimo.

Ecco, in sintesi, le principali regole da seguire per muoversi in centro storico nei giorni interessati dall’evento.

G7 a Lucca, le ZTL

Da domenica 9 aprile alle 8.00 fino a martedì 11 aprile alle 20.00 la Zona a Traffico Limitato sarà estesa a tutto il perimetro delle Mura urbane: potranno dunque accedervi solo i titolari di permesso.

Il centro storico è stato suddiviso in 4 zone, una bianca, una gialla, una verde e una blu. Nella zona Blu, che si estende intorno ai palazzi Ducale e Orsetti che ospiteranno le delegazioni internazionali, sarà vietato il transito, anche pedonale, dalle 18.00 di domenica 9 aprile fino alle 18.00 di martedì 11 aprile. La sosta con rimozione forzata sarà vietata a partire dalle 13.00 di domenica 9 alle 18.00 di martedì 11 aprile.

Nella zona Gialla, attorno alla chiesa di San Francesco, sarà vietato il transito, anche pedonale, e la sosta dalle 9.00 di lunedì 10 aprile fino alle 18.00 di martedì 11 aprile. Nella zona Verde, attorno alla cattedrale di San Martino, sarà vietato il transito, anche pedonale, e la sosta dalle 9.00 alle 20.00 di lunedì 10 aprile. Nella zona Bianca, che corrisponde alla restante parte del centro storico, restano valide le regole di ogni giorno.

Nelle tre zone Verde, Gialla e Blu potranno accedere a piedi i residenti, esibendo alle Forze dell’Ordine il proprio documento d’identità; i domiciliati, esibendo alle Forze dell’Ordine idoneo documento che comprovi il titolo d’uso dell’immobile posto nelle area presidiata; i commercianti titolari e dipendenti di attività poste nelle aree presidiate, i professionisti, dipendenti di banche e assicurazioni poste nelle aree presidiate: queste quattro categorie per accedere alla zona di riferimento dovranno avere ritirato apposito pass a Itinera in piazzale Verdi (si ritirano a partire da martedì 4 aprile fino all’11 aprile in orario 9.00 -19.00).

I residenti portatori di handicap potranno accedere alle aree presidiate con il veicolo munito di apposito contrassegno per invalidi.

Le strutture ricettive poste nelle aree presidiate dovranno fornire a Itinera l’elenco degli ospiti nei giorni da domenica 9 a martedì 11 aprile e i singoli turisti per raggiungere le strutture stesse dovranno ritirare a Itinera il pass per potere accedere a piedi nelle aree presidiate. Soltanto i turisti che alloggiano nell’area presidiata di riferimento potranno accedervi liberamente.

G7 a Lucca Parcheggi

Oltre ai divieti di sosta che saranno in vigore nelle zone verde, gialla e blu, sarà vietata la sosta anche al parcheggio Mazzini dalle 7.30 alle 18.00 di martedì 11 aprile. Da domenica 9 a martedì 11 aprile tutti gli stalli blu del centro storico, compresi quelli in struttura, saranno gratuiti e riservati ai residenti. Da domenica 9 a martedì 11 aprile tutti i parcheggi esterni alle Mura, anche in struttura, saranno gratuiti anche per i non residenti.

I percorsi delle Lam Rossa, Verde e Blu saranno deviate fuori dal centro storico.
Tutte le scuole di ogni ordine e grado del centro storico, compresi gli asili nido, resteranno chiuse lunedì 10 e martedì 11 aprile. Gli uffici comunali posti in centro storico resteranno chiusi al pubblico lunedì 10 e martedì 11 aprile.

Perché il G7 a Lucca

L’ipotesi di un vertice internazionale a Lucca era nell’aria dal molto tempo. A scegliere Lucca come sede del vertice era stato, negli ultimi mesi del 2016, lo stesso ministro degli Esteri dell’allora governo Renzi, oggi presidente del consiglio Paolo Gentiloni.

Lucca accoglierà, il 10 e 11 aprile, uno degli appuntamenti più importanti di questo calendario, ossia il summit dei ministri degli esteri. Una delle prime uscite del prossimo segretario di Stato americano, il petroliere Rex Tillerson.

Tra le 10 città sede dei tavoli tematici Lucca è la più piccola, nonché, con Bergamo, uno dei due non capoluoghi di regione tra le località indicate.

La logistica

 I delegati non dovrebbero allontanarsi da Lucca, facendo ricorso a strutture alberghiere cittadine, dove arriverebbero una volta scesi dai rispettivi aerei. Aerei che, a loro volta, saranno fatti quasi certamente atterrare e decollare dall’aereoporto militare di Pisa.

Quali sono i Paesi del G7

Gli stati membri del G7 sono attualmente Stati Uniti, Giappone, Gran Bretagna, Germania, Italia, Francia e Canada.
A Lucca Parteciperanno tutti i Ministri degli esteri delle Nazioni membre:
Angelino Alfano per l’Italia; Sigmar Gabriel per la Germania; Jean-Marc Ayrault per la Francia; Mr. Fumio Kishida per il Giappone; Boris Jonhson per la Gran Bretagna; Stéphane Dion per il Canada; Rex Tillerson per gli Stati Uniti.

(Visitato 4.708 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 31-03-2017 15:55