tappeti di segatura di Camaiore 2017 destinazione terra

Il giorno dopo la solenne processione del Corpus Domini , quando il corpo del Signore è ormai sfilato sui tappeti a lui dedicati, tutto rimane un ricordo. Ore ed ore di lavoro dedicate alla realizzazione di vere e proprie opere d’arte destinate ad essere ammirate, fotografate e poi calpestate. Anche quest’anno i tappeti di segatura di Camaiore hanno saputo regalare il loro spettacolo. Come sempre hanno stupito i moltissimi appassionati e curiosi che hanno affollato le vie del centro cittadino.

tappeti di segatura di Camaiore 2017 destinazione terra

Una lunga notte nelle vie del centro storico. Più di dodici ore di lavori no stop, dalle 20 di sabato 17 giugno fino alla processione delle 10 della domenica mattina. Fantasia, arte, pazienza e molta passione hanno come sempre alimentato la voglia dei tappetari di realizzare opere indimenticabili ed incredibili.

Se una lunga notte di lavoro può sembrare tanto, c’è da sapere che dietro i tappeti di segatura di Camaiore ci sono lunghi mesi di ideazione e progettazione delle opere da realizzare per il Corpus Domini.

Ma come nascono i tappeti di segatura di Camaiore?

Circa 4 mesi di lavori. Una volta definito il tema delle opere (quest’anno era il centenario delle apparizioni della Madonna di Fatima) i tappetari cercano di interpretare a loro modo quanto richiesto. Realizzato il bozzetto gli artisti passano alla realizzazione delle maschere (tavole di legno traforate e sagomate con scritte e disegni) che aiutanoo nella realizzazione dei tappeti. Definito il disegno e i suoi colori, passano alla tintura della segatura, in gergo “pula”, che suddivisa e conservata in sacchi, aspetta solo di essere usata.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (7)

Poi arriva la lunga notte dei tappeti di segatura di Camaiore. Quando il sole tramonta, i vari gruppi di tappetari cominciano ad organizzarsi. Tracciate le linee guida a terra con il gessetto,  Delimitata l’area di lavoro con transenne e corde, e cominciano i lavori.

Setacci alla mano, prima  viene realizzata la base in tinta unita, poi, via via, sopra si poggiano le sagome intagliate. Da queste, colore dopo colore, setacciando con cura la pula, alzata la maschera, emergono le forme principali. Farfalle, decori, angeli, scritte e molto altro.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (7)

I tappetari, sdraiati su piccoli ponti di legno o inginocchiati ai bordi del tappeto, avanzano pazientemente per realizzare al meglio le loro opere. Tappeti che raggiungono distanze anche oltre i 20 metri e che riportano fantasie complicate e rifinite nei minimi particolari. Le ultime rifiniture vengono fatte a mano. Un piatto con la segatura colorata e un pugno di polvere. Maestria e precisione realizzano volti, sfumati e contrasti che regalano l’illusione di osservare un quadro di un grande artista.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (9)

Così per tutta la notte. E quando sorge il sole qualche gruppo lavora ancora.

Per rendere i tappeti più saldi ed evitare che si spargano al vento, vengono costantemente e ripetutamente bagnati con un mix di acqua e colla che li fa rimanere compatti e ben definiti.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (2)

Chi sono i tappetari

I tappetari di Camaiore oltre che ad essere grandi artisti per una notte, sono semplici e comuni cittadini del Comune. Gruppi di quartiere, famiglie, amici e conoscenti che collaborano e si impegnano per un risultato comune. Anziani e giovani, familiari e non, generazioni a confronto. Tutti facenti parte dell’Associazione tappeti di Camaiore. C’è tanta gavetta da fare prima di essere inseriti in un gruppo di tappetari, specialmente in quelli storici.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (6)

Poi ci sono le scuole, gli scout e le associazioni del territorio. Ognuno lavora al suo tappeto. La rivalità come in ogni ambito c’è, ma è quella spinta in più a fare meglio che fa sentire parte di una comunità in un momento importante per tutti. C’è molta soddisfazione tra i tappetari nel vedere realizzate le loro opere. I volti tesi e preoccupati della sera, al mattino si distendono e traspaiono forti emozioni. Emozioni che unite allo spettacolo dei tappeti di segatura rendono l’atmosfera unica e con un velo di magia.

Miglior tappeto di segatura 2017

Da quest’anno, dopo otto anni, è tornato il premio al miglior tappeto di segatura. Vincitori a pari merito i gruppi delle Scuole Medie Pistelli e Green Away.

Da quando si realizzano i tappeti di segatura?

E’ già dalla fine del ‘400 che Camaiore celebra il Corpus Domini con una processione. La tradizione dei tappeti inizia ad affermarsi nel corso dell’Ottocento. Sembra che questa usanza sia nata con i servitori spagnoli al servizio dei Borbone.  I servi erano soliti realizzare tappeti di fiori per accogliere i loro signori che venivano a soggiornare nelle ville della Versilia.

A partire dagli anni Trenta del Novecento i camaioresi cominciarono ad usare la “pula”, la segatura colorata. Questa sostituirà i fiori fino a diventare il materiale unico con cui realizzare i tappeti. Contemporaneamente la tecnica viene perfezionata e i tappeti raggiungono anche lunghezza 50 metri.

La tradizione dei tappeti di segatura di Camaiore si ripete ogni sabato precedente il Corpus Domini. L’appuntamento è per il 2018 per ammirare altre opere meravigliose.

tappeti di segatura camaiore destinazione terra 2017 (7)

Destinazione Terra è un’idea di Davide Giannecchini e Rachele Guasti. Un viaggio alla scoperta della Versilia e Lucchesia tra cultura, avventura, tradizioni e particolarità.
Visita il nostro BLOG www.destinazioneterra.com, oppure seguici sulla nostra pagina Facebook (Destinazione Terra) per non perderti le nostre proposte e curiosità.

(Visitato 308 volte, 2 visite oggi)

Lascia un commento