Il LuCCA (Lucca Center of Contemporary Art) ha inaugurato oggi pomeriggio la nuova mostra fotografica dedicata a Robert Doisneau “A l’imparfait objectif”, a cura di Maurizio Vanni in collaborazione con L’Atelier Robert Doisneau e MVIVA.

Questa retrospettiva conta 80 opere in bianco e nero, dagli scatti più famosi come “Il bacio dell’Hotel de ville” e celebri ritratti come quelli di Simone de Beauvoir , Tati e Prévert ma la mostra si sviluppa sul piano della “fotografia di strada” dei quartieri sud della periferia parigina.
E in questi lunghi semi deserti e popolari lontani dai riflettori di Montmartre che Robert Dosineau trova ispirazione e immortalata la gente comune, il popolo, in un’opera a metà strada tra il Reportage e il Fotoromanzo. Non si limita a raccontare il disagio della classe operaia ma documenta la genuina ironia e la joie de vivre degli abitanti della periferia.
Per Doineau sarà proprio l’imperfezione (ad arte) dell’obiettivo a rendere del tutto naturale e genuino il racconto del reale quotidiano di questi celebri sconosciuti inseparabili dall’ambiente dove vivono.
Doisneau è l’icona della Parigi popolare ma mai un “cliché”. Non ci si stanca mai di questo maestro, creatore del Romantico Popolare, che con pazienza durante una vita intera, fotogrammi dopo fotogrammi colmi di minuziosi dettagli ci da i mezzi per capire l’umanità del suo tempo
La mostra è visitabile fino al 12 novembre 2017
Al Lu.C.C.A via della Fratta 39 55100 Lucca
Dal martedì alla domenica, Chiuso il lunedì
Dalle ore 10 alle 19
Per info: tel +39 0583 492180 [email protected]

(Visitato 292 volte, 1 visite oggi)
TAG:
eventi lucca lu.c.c.a. Robert Doisneau

ultimo aggiornamento: 09-07-2017


Cerimonia in ricordo della strage du via d’Amelio

Io sono cultura: il senso dell’Italia per il futuro