2 milioni di danno erariale richiesti al Comune di Massarosa - Politica Massarosa, Top news Versiliatoday.it

2 milioni di danno erariale richiesti al Comune di Massarosa

Dopo mesi di indagini e analisi, l’Autorità Nazionale Anti Corruzione definisce in 2.000.000 di euro il danno causato dal Comune di Massarosa alla collettività per la “vendita” del fotovoltaico a Toscana Energia, oltre al danno da calcolare per non aver espletato gare pubbliche in conformità alle regole nazionali ed Europee sia per la cessione del servizio GAS già sotto indagine dal 2011 che per quello del fotovoltaico al quale va aggiunto anche il danno per la perdita di disponibilità delle aree dove sono stati messi i pannelli.

danno erariale massarosa

Non un funzionario qualsiasi, ma il presidente dell’Anticorruzione in persona, Raffaele Cantone,  interviene firmando la delibera di richiesta danni da sottoporre alla corte dei Conti e alla procura della Repubblica.

Cominciano ad essere un pò troppe le tegole che cadono sulla giunta comunale di Massarosa e su una maggioranza consiliare che comincerà a capire che votare sempre e tutto quello che viene loro sottoposto si rischia anche per pagare i danni.
Infatti se il danno verrà accertato a pagare saranno i vertici Sermas, quelli comunali e, citando Cantone un atto del Consiglio Comunale, anche i consiglieri potranno aspettarsi di pagare la loro parte.

Siamo potuti venire a conoscenza di questa delibera di richiesta danni a carico del comune di Massarosa grazie al Consigliere Coluccini perché era un atto che la Giunta e il Vice Sindaco Damasco Rosi, assessore alle partecipate avevano cercato di tenere nascosto.
“Sulla gestione Amministrativa di questi anni da parte della Giunta di centrosinistra di Massarosa su Sermas interviene direttamente l’Autorità Nazionale Anticorruzione con Delibera del 31/5/2017 a firma del Presidente Raffaele Cantone che stabilisce irregolari dall’inizio alla fine le scelte e procedure di Sermas e dell’Amministrazione Comunale sul Gas e sul fotovoltaico, come da sempre sostenuto da me, interviene Alberto Coluccini.

Il Presidente dell’ANAC: Associazione Nazionale Anti Corruzione Raffaele Cantone, quantifica per ora in non meno di circa 2 milioni di euro il danno erariele causato sotto la Giunta PD, Sinistra Comune e Noi per Massarosa per il Comune.
Da sempre contrario a quel tipo di operazione, avevo messo in guardia la maggioranza e indicando la via alternativa e corretta che avrebbe potuto essere una formula di paternariato pubblico-privato con evidenza pubblica.
Purtroppo tutto è stato inutile, l’arroganza di questa maggioranza non ha voluto recepire i consigli proposti.

Vogliono far credere che la colpa per i conti in rosso sia dei cittadini che non pagano, ma è sempre più evidente che i conti del Comune vanno male per le disastrose errate scelte compiute dalla maggioranza PD-Mungai”.

Cantone individua anche la necessità che a verificare le decisioni e responsabilità sia la Procura della Repubblica e la Corte dei Conti e da indiscrezioni pare che la Guardia di Finanza sia arrivata a Massarosa per ritirare gli Atti relativi agli anni 2010/2013.

(Visitato 2.646 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 02-08-2017 8:13