Una violenta lite che finisce nel sangue. A Camaiore, nei pressi dello stadio Comunale, introno all’una di notte tra martedì 1 e mercoledì 2 agosto un trentacinquenne italiano, F.G., disoccupato e pregiudicato, ha aggredito con una bottiglia rotta un uomo di nazionalità tunisina, tagliandogli la gola e poi fuggendo.

La vittima, classe 1975, residente a Camaiore con cittadinanza italiana e senza precedenti, è stata trasportata in gravissime condizioni all’ospedale Versilia e sottoposta a intervento d’urgenza. Al momento si trova in prognosi riservata.

L’intervento dei carabinieri di Camaiore e Viareggio ha portato, dopo una breve attività di indagine e identificazione, all’arresto dell’aggressore italiano per tentato omicidio.

I motivi alla base della lite sono al momento incerti. Sono in corso accertamenti in merito anche ad altre liti che sarebbero avvenute nel corso degli ultimi giorni, che potrebbero essere connesse ad un non meglio precisato debito.
Sono per ora esclusi motivi sentimentali e quelli legati a possibili ragioni di spaccio.

(Visitato 12.434 volte, 1 visite oggi)

2 milioni di danno erariale richiesti al Comune di Massarosa

La strage di Viareggio “non era imprevedibile”