Striscia la Notizia, non va a chiamata, se governate così viene da sè - Politica Massarosa Versiliatoday.it

Striscia la Notizia, non va a chiamata, se governate così viene da sè

“Striscia la Notizia” è (quasi) come la befana “vien da se”, quando scova delle situazioni paradossali e non va a “chiamata”.
Gli unici veramente scorretti sono il Sindaco Mungai e il vice Rosi che con la loro Giunta pretendono di portare avanti un procedimento Comunale da loro fatto e voluto e non dalla comandante dietro cui si nascondo e su cui tentano goffamente di scaricare la “colpa” agli occhi dei cittadini per incassare un “gruzzoletto” per loro essenziale affinché possano continuare ad “amministrare male” il Comune senza che nessuno oggi possa con legittimità dire neanche se è legale “far chiedere ai cittadini obbligatoriamente” Concessioni di Passo Carrabile. Anche se invece ragionevolmente si può supporre di no visto che non vi sono altri casi in Italia.

Gli ricordo che sono stati loro a procedere spediti all’incasso minacciando pesanti multe.
Sono loro che hanno chiesto alla maggioranza consiliare di respingere 2 mie Mozioni consiliari proprio di attendere il giudizio del TAR e di chiedere un parere preventivo al Ministero dei trasporti e infrastrutture che avrebbe tolto subito ogni dubbio senza far spendere soldi ai cittadini per difendersi in tribunale dalle loro bizzarre ed esose pretese.

I numerosi precedenti esiti del TAR per altro non li aiutano considerato che ha visto le loro teorie soccombere praticamente sempre, aggravando i conti del Comune di migliaia e migliaia di euro di spese legali da rifondere, ma tanto si sa anche quelle alla fine le pagano i cittadini mal amministrati.

Detto questo, quello che loro sfugge ma non deve sfuggire ai cittadini è che anche se questa operazione voluta sui Passi Carrabili alla fine fosse ritenuta legale non vuol dire che andava fatta per forza ma è una precisa scelta politico-amminstrativa di questa Giunta “raspare” nelle tasche dei cittadini con un procedimenti forzosi ad utilità zero per i cittadini a fronte di esose pretese economiche e che i consiglieri comunali ci sono proprio per rappresentare e tutelare gli interssi dei cittadini e non per alzare la mano a comando di Sindaco e vice.

Alberto Coluccini
il “solito” consigliere comunale

(Visitato 435 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 30-09-2017 15:12