Ieri mattina a Lucca un detenuto maghrebino ha aggredito un ispettore e ferito altri due Agenti che sono intervenuti a sostegno dell’ispettore che stava per essere letteralmente strangolato dal detenuto. “Il tutto è avvenuto nella mattina dell’8 ottobre presso la casa circondariale di Lucca. I tre colleghi hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso del nosocomio cittadino e se la caveranno con una media di sette giorni di prognosi a testa. Il carcere di Lucca, già penalizzato dalla struttura vede ormai il ripetersi di questi eventi con frequenza sconcertante. La popolazione detenuta ha di fatto le mani sul carcere e determina con episodi del genere opportunamente cadenzati l’andamento dei turni di lavoro del personale di Polizia Penitenziaria, mettendo a rischio la sicurezza della struttura, appena sabato scorso un altro detenuto di nazionalità Albanese ha distrutto i locali infermeria, sara stato adottato qualche provvedimento urgente nei suoi riguardi? Il personale di Polizia già duramente messo alla prova dalla cronica carenza di personale e di mezzi per la sicurezza, è giunto allo stremo”. Lo rende noto l’Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria

(Visitato 485 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento