Si scaldano i motori della lista “Provincia civica e progressista”, la prima ufficialmente scesa in campo per il rinnovo delle elezioni provinciali, in programma domenica 17 dicembre prossimo.

La lista, che mette insieme varie realtà di tutta la provincia, che si richiamano appunto al civismo progressista, presenta i primi due candidati della lista: che sono Teresa Leone, consigliera comunale a Lucca, e Luigi Troiso, consigliere comunale a Viareggio.

“Partiamo con un progetto all’insegna della partecipazione – sottolinea la lista – Come tutti sappiamo, la riforma legislativa prevede che il diritto di voto per il rinnovo del consiglio provinciale sia riservato solo ai sindaci ed ai consiglieri comunali. Proprio per allargare il bacino della partecipazione, in un cammino elettorale che altrimenti rischia di restare lontano dai cittadini, il nostro obiettivo è quello di creare una rete tra tutte le espressioni civiche del territorio, in un percorso che intendiamo inclusivo, aperto e alla luce del sole. Per questo, prima di ogni altra lista, presentiamo i primi due candidati al consiglio provinciale: a cui, nei prossimi giorni, aggiungeremo gli altri nomi. D’altronde, l’istituzione provinciale continua ad esprimere importanti competenze per il nostro territorio: e il suo pieno rilancio è una finalità che riguarda tutte e tutti, nessuno escluso”.

Teresa Leone, consigliera comunale a Lucca della lista “Lucca Civica”, è anche vicepresidente del consiglio comunale lucchese. Ex dirigente ARCI, è stata a lungo impegnata (anche come presidente) della commissione pari opportunità della Provincia. Insegnante, è attiva da sempre nell’associazionismo sociale della Lucchesia.

Luigi Troiso, consigliere comunale a Viareggio della lista civica che ha appoggiato il sindaco Del Ghingaro alle elezioni, è imprenditore del settore del commercio e allenatore di calcio. Al secondo mandato come amministratore comunale, è consigliere coadiutore del primo cittadino per la frazione di Torre del Lago e il Parco Migliarino-San Rossore.

(Visitato 103 volte, 1 visite oggi)

La gestione della Fondazione Versiliana del centrodestra, un falimento

“Chiudere immediatamente la discarica Cava Fornace”