“Si può discutere di scelte politiche, di opere in corso, di progetti, ma non si può discutere sui numeri”. A precisare la situazione economica finanziaria di Villa Bertelli è l’assessore al bilancio e alle partecipate, Andrea Mazzoni: “I numeri sono certi e ineluttabili ed i numeri dicono che l’attuale consiglio di amministrazione ha ereditato una situazione finanziaria con debiti verso fornitori per oltre 300.000 euro senza soldi in cassa, oltre le residue rate di mutuo da pagare.

Si può discutere anche di risultati finanziari, ma usando i termini corretti. Il “guadagno” è la differenza tra incassi ed uscite e questa è una evidente banalità, anzi, dovrebbe esserlo..visto che Buratti asserisce che gli eventi estivi hanno prodotto un “guadagno” di 40.000 euro. Peccato che 40.000 euro siano gli incassi al netto di quanto corrisposto agli artisti, peccato che da tale cifra vadano tolte le spese per il montaggio del palco, per le pulizie, per l’energia elettrica, per l’accoglienza. Ed ecco che allora emerge come gli eventi estivi abbiano prodotto un risultato economico negativo di oltre 100.000 euro”.

Ma il punto, secondo l’assessore Mazzoni non è neanche questo: “Il punto è un altro. Che mantenere in piedi la Villa con tutti gli eventi culturali connessi sia un costo a carico delle casse comunali è evidente. Nessuno ha contestato le scelte del precedente consiglio di amministrazione. Si e’ ritenuto di organizzare eventi che, per loro, hanno dato ottimi risultati in termini di presenze e visibilità per il paese? Bene, perché allora, in questi anni, non erogare alla fondazione, sulla base della convenzione in essere, un equo contributo che le consentisse di non accumulare debiti al fine di mantenere tali attività? Perché continuare pervicacemente a sostenere che i concerti portavano guadagni quando i numeri lo smentiscono? Perché piuttosto che rivedere una convenzione incrementando il contributo alla villa si è preferito continuare a peggiorare la situazione finanziaria? I debiti sono lì, registrati, certificati, contabilizzati e l’attuale consiglio di amministrazione dovrà evidentemente farne fronte. Chi sostiene che la attuale situazione finanziaria derivi da scelte operate oltre 10 anni fa non è solo fuori da ogni logica, è anche incredibilmente fuori dal tempo”.

(Visitato 70 volte, 1 visite oggi)
TAG:
andrea mazzoni Forte dei Marmi villa bertelli

ultimo aggiornamento: 30-11-2017


“Programma ancora più coinvolgente per l’edizione 2018 della Giornata contro la violenza sulle donne”

Massarosa, Matteo Chini nuovo sindaco dei ragazzi