Maddalena Semeraro e Velia Carmazzi, in tribunale la domanda per accertarne la morte

I Sig.ri David Paolini nato a Pisa il 10 febbraio 1988 e residente in Viareggio alla via Della Caserma n 120 Torre del Lago Puccini, cod. fisc. PLNDVD88B10G702D e Sabrina Paolini nata a Viareggio il 13 settembre 1973 e residente a Massarosa, frazione Bozzano via Santa Croce n 21cod. fisc. PLNDVD88B10G702D hanno promosso domanda giudiziale innanzi al Tribunale di Lucca Sezione civile RG 1542/2017 affinché sia accerta la morte e/o sia dichiarata l’assenza ai fini dell’apertura della successione delle signore Maddalena Semeraro nata a Taranto il 2 ottobre 1930 residente in Viareggio alla via Macchiavelli n 151 e della signora Velia Carmazzi nata a Taranto il 5 luglio 1951 residente in Viareggio alla via Macchiavelli n 151, di cui sono gli unici discendenti legittimi.

 Le signore Maddalena Semeraro e Velia Carmazzi sono state coinvolte in un atroce fatto di cronaca nera, conosciuto come “il caso delle donne scomparse di Viareggio”. Immediatamente dopo la denuncia della scomparsa delle signore Maddalena Semeraro e Velia Carmazzi, sono state effettuate numerose ricerche, che ancora ad oggi, non hanno portato al ritrovamento del corpo delle due donne scomparse.

 Gli accertamenti da parte delle Autorità competenti hanno determinato il sorgere del Procedimento Penale in Corte d’Assise di Lucca N. R.G. C.A. 1/13 – R.G.N.R. 6184/10 a carico di Remorini Massimo e di Casentini Maria che ha portato alla loro rispettiva condanna oggi definitiva per essere colpevoli:- il Remorini, tra gli altri reati, del reato di cui al Capo E) limitatamente alle ipotesi di cui agli artt. 605, 572 c.p. in danno della Sig.ra Velia Carmazzi ed a quello di omicidio volontario nei confronti di Maddalena Semeraro oltre che del reato di distruzione dei cadaveri, con condanna alla reclusione per anni 38; -la Casentini, tra gli altri reati, del reato di cui al Capo E) limitatamente all’ipotesi di omicidio volontario nei confronti di Maddalena Semeraro, con condanna alla reclusione per anni 16. Dette condanne sono state confermate in Appello con giudizio innanzi alla Corte D’Assise di Firenze RG 13/2015 ed in Cassazione Penale, Sezione Prima, con la sentenza resa in udienza del 19/04/2017 la quale è stata eseguita con l’ordine di esecuzione per la carcerazione. Dalle Sentenze penali di cui sopra, oggi definitive, è stato accertato che:- a partire dal 22 agosto 2010 si sono perse notizie riguardo alla madre Velia Carmazzi nata a Taranto il 5 luglio 1951, sopra generalizzata, e che la stessa è certamente morta;- a partire dal 16 settembre 2010 si sono perse notizie riguardo alla signora Maddalena Semeraro nata a Taranto il 2 ottobre 1930, sopra generalizzata, e che la stessa è certamente morta;- a fondamento delle circostanze e delle date sopra riportate, si rimanda alle motivazioni della Sentenza della Corte D’Assise di Lucca da pag. 25 a pag. 45 ed alle motivazioni della Sentenza della Corte d’Assise di Firenze a pag.5, 6 e 7 di 32. Con la presente pubblicazione ai sensi dell’art 727 c.p.c si invita chiunque abbia notizia delle due donne scomparse sopra generalizzate di farle pervenire al Tribunale di Lucca entro 6 mesi dall’ultima pubblicazione.

Avv. Alberto Consani

Aggiornato il: 15-12-2017 9:03