Grande kermesse sabato 13 gennaio presso la Concessionaria FIAT General Auto che ha organizzato nella sede di Massarosa un bel raduno di auto del passato e del presente, ma accomunate da una sola caratteristica, sono tutte Fiat motorizzate Abarth.

Per chi non lo sapesse il marchio Abarth è un marchio storico Italiano, nato addirittura nel 1949 per merito dell’ingegner Carlo “Karl” Abarth di Merano e del pilota Giuido Scagliarini. Il successo giunse quasi immediato con la creazione delle prime marmitte per la Topolino.

Da lì in poi la Abarth si specializzò sempre più nelle trasformazioni di vetture Fiat, Alfa Romeo e Lancia. Famosissime all’epoca le 500 e 600 elaborate dall’ingegnere con parti speciali di sua produzione, in particolare i gruppi testa-cilindro per portare i motori originali a cubature superiori e più spinte.

Nel 1971 la Abarth venne acquistata da Fiat che, nel 2007, rilanciò il marchio con due modelli specifici, la Abarth 500 – motore 1.4 turbojet da 135 Cv – e la Abarth Grande Punto l’anno dopo.

Da lì in poi il marchio con lo scorpione contraddistingue tutti i modelli sportivi della casa madre, giunti al top con la 124 Abarth 124 Spider presentata giusto nel 2016.

Quello di sabato è stato fra l’altro il primo raduno del neonato Abarth Club Versilia, con sede a Viareggio, di cui il Presidente Riccardo D’Alessandro va assai fiero.

Un Club con 61 auto all’attivo, fra cui anche tre Abarth 124 Spider, e quelle d’epoca tutte rigorosamente restaurate, con partenza dalla A112 del 1971 di Giordano Brocchini ed arrivo ad una bellissima ed attuale Abarth 500 di Ferdinando Salani.

E questo raduno è stato anche, come ci tiene a sottolineare il vicepresidente Simone Rocchiccioli, un’ottima occasione per creare un sodalizio con la Concessionaria Siciliano di Massarosa che ha ospitato volentieri questi appassionati, creando per un pomeriggio un piccolo Club nei vasti locali espositivi, mescolandovi i modelli d’epoca con le attuali versioni sportive della gamma Fiat, tutte per l’appunto rigorosamente “Abarth”.

Numeroso anche il pubblico presente, richiamato sia dalla passione per le auto d’epoca che dalle elaborazioni da gara, ben rappresentate entrambe dalla bella sfilata di auto nel piazzale.

Va ricordato infatti che la concessionaria Siciliano è attiva dal 1963, quindi nel pieno del fiorire delle trasformazioni sportive e delle rombanti (e pochissimo omologate) marmitte con lo scorpione.

Dal 1983 è poi diventata concessionaria esclusiva per la Versilia del marchio Fiat che comprendeva, all’epoca, anche Abarth e che oggi spazia su ben tre marche italiane – Fiat, Lancia, Alfa Romeo – a cui si è aggiunta, dal 15 dicembre scorso, la prestigiosa Jeep americana.

(Visitato 390 volte, 1 visite oggi)
TAG:
fiat massarosa sport

ultimo aggiornamento: 17-01-2018


Ottimi risultati per la squadra master di Aquatica Massarosa

Al via il progetto “Centri federali territoriali” per giovani calciatori