Sala gremita e partecipanti di ogni età hanno animato l’incontro con Franco Perlasca di lunedì 19 febbraio a Villa Bertelli. L’ultimo evento legato alle celebrazioni del Giorno della memoria, organizzato dalla Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con il Circolo culturale Il Magazzino, è riuscito a interessare e unire le coscienze in un pomeriggio dedicato alla riflessione sulle gesta eroiche di Giorgio Perlasca, che durante la seconda guerra mondiale salvò molte vite umane dalla persecuzione nazista. Dopo la proiezione del filmato “La storia maestra di vita. L’esempio di Giorgio Perlasca”, realizzato con il coordinamento storico/didattico di Piero Angela, si è svolto un dibattito a cui hanno partecipato attivamente gli spettatori, tra i quali erano presenti due classi del Liceo Scientifico Michelangelo e due del Liceo Galileo Chini di Lido di Camaiore.

“E’ motivo di orgoglio aver ospitato Franco Perlasca per la conclusione delle celebrazioni del Giorno della Memoria – afferma la Presidente del Consiglio comunale Simona Seveso – che ha richiamato un pubblico eterogeneo. C’è stato tanto interesse durante il dibattito, soprattutto da parte dei giovani, segno tangibile che tematiche legate alla memoria storica stimolano le coscienze di qualsiasi età a riflettere su eventi drammatici come le persecuzioni che si sono verificate durante la seconda guerra mondiale. Questo risultato è possibile grazie all’intenso lavoro di divulgazione svolto da realtà come la Fondazione Giorgio Perlasca, che ringraziamo per averci permesso di dare spazio a questo evento”.

(Visitato 76 volte, 1 visite oggi)

Tornato a funzionare l’orologio di Palazzo Quartieri

Primo corso dedicato all’autodifesa per le donne