PREPARIAMOCI ad un finale di stagione scoppiettante e spettacolare. In testa e anche in coda per evitare la zona playout. E già che ci siamo, anche per conquistare un posto nei playoff di fine stagione.

 Il campionato di serie D girone E ha proposto una giornata fiammeggiante e ricca di sorprese, a cominciare dalla caduta casalinga (qualche avvisaglia c’era già stata: sconfitta con l’Albissola, pareggio con l’Argentina) della capolista Sanremese contro la Massese. E con il Ponsacco vittorioso in rimonta sul campo del Seravezza Pozzi, il distacco fra le prime due della classe è ora di un solo punto. Peccato per il Real Forte dei Marmi Querceta: i tre punti conquistati nelle ultime quattro partite (tre pareggi con Seravezza Pozzi, Sanremese e Viareggio, sconfitta a San Donato) hanno impedito ai ragazzi di Buglio di avvicinare la vetta. Ma non è ancora detta l’ultima parola…

Un derby senza gol dominato dalle difese

Viareggio e Real Forte dei Marmi Querceta hanno confezionato un confronto senza gol. Non che sia mancata la volontà degli attaccanti di fare male ma i difensori si sono rivelati cerberi attenti. Il Viareggio rimpiange il palo di Marinai nel finale; il Real la partenza dirompente con un paio di belle incursioni dello scatenato Vignali non finalizzate a dovere.

 Tutto il resto è… contorno con la contestazione degli Ultras (‘lo stadio non è una tribuna elettorale’ lo striscione esposto in gradinata per tutto il primo tempo, per prendere le distanze dalla società che aveva invitato due candidati allo stadio) e la modesta cornice di pubblico: il freddo ha tenuto lontano molti appassionati anche se non sono mancati distinguo per la scelta di indire la ‘seconda giornata bianconera’ da parte della società viareggina (pagavano anche gli abbonati). Nota: a bordo campo si è visto anche l’ex Ct della Nazionale Marcello Lippi

Seravezza Pozzi, tutto mancò fuorché l’onore

La sconfitta interna contro il Ponsacco ha lasciato l’amaro in bocca perché i ragazzi di Vangioni hanno retto il confronto con la seconda forza del campionato a viso aperto pur avendo giocato un bel po’ di gara in inferiorità numerica. I pisani sono però riusciti a rovesciare il punteggio quando sono rimasti anche loro in dieci: decisivo l’inserimento del giovane Canessa un ragazzino niente male. Il Ponsacco è ora ad un punto dalla capolista mentre il Seravezza Pozzi non ha abbandonato l’idea di lottare per i playoff.

(Visitato 321 volte, 1 visite oggi)

Hockey, Il Follonica ritorna a vincere la Coppa Italia dopo 8 anni

Il Garden City Panthers non parteciperà all’edizione numero 70 della Viareggio Cup