dopo di noi
dopo di noi

Sarà la Fondazione per la Coesione Sociale Onlus a finanziare un terzo dell’intero progetto per il centro polifunzionale d

dopo di noi

ell’associazione italiana persone down sezione Versilia.

Il sogno si avvera. Prende vita il progetto di Aipd Versilia per il primo centro polifunzionale per ragazzi con sindrome di down della zona: mini-appartamenti, laboratori didattici e formativi, ambulatori, aree ludiche e foresteria sociale. Il Comune di Camaiore ha approvato ad inizio marzo la variante necessaria dal punto di vista urbanistico, mentre la Fondazione ha dato il suo ok per contribuire ad un terzo delle spese necessarie. Tutta l’operazione avrebbe infatti un costo insostenibile per una piccola associazione come Aipd: il totale, tra progettazione, acquisto del terreno e costruzione dell’immobile, si aggira attorno ad 1 milione e 275 mila euro.

Il terreno è già stato acquistato mesi fa dall’Aipd Versilia. Si tratta di un grande campo di circa 1.500 metri quadri a Lido di Camaiore tra via Aurelia e via Bolzano (di fronte alla pasticceria Futura, accanto alla Misericordia), a 300 metri dal mare. Lì sorgerà ex novo un immobile di due piani.

“Il nostro progetto – spiega Angela Bertacchi, presidente Aipd Versilia – è quella di avere uno spazio residenziale e ricreativo a disposizione dei nostri ragazzi, anche e soprattutto in previsione del ‘dopo di noi’, ossia del momento in cui noi genitori non potremmo più seguirli”. All’interno ci saranno tra l’altro 8 mini-appartamenti per la residenzialità o semi-residenzialità con bagni separati, cucine, spazi comuni, un laboratorio polifunzionale.

“Per l’Amministrazione Comunale – ha sottolineato il sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto – è un traguardo significativo perché da un lato si realizza il progetto che porta a compimento la principale aspirazione dell’Aipd Versilia e dall’altro è un modo per rendere tangibili gli effetti della legge sul ‘dopo di noi’. È una buona notizia per tutta la comunità avere sul territorio uno spazio dedicato alla solidarietà, parola che in questo caso si trasforma concretamente in servizi a presidio dei più deboli”.

Tra i presenti alla conferenza stampa di presentazione del progetto anche i rappresentanti delle Misericordia di Lido di Camaiore e di Capezzano Pianore (quest’ultima ospita Aipd da ben 9 anni a titolo gratuito”. “Siamo molto soddisfatti di questo progetto – ha detto Maido Castiglioni, presidente della Fondazione per la Coesione Sociale – e siamo certi che questa struttura porterà importanti benefici agli ospiti, alle loro famiglie e alla comunità”.

Oltre all’importante supporto della Fondazione per la Coesione Sociale Aipd ha avviato anche una raccolta fondi dedicata al Dopo di Noi. Si chiama “Campagna del Mattone”: basta fare una piccola donazione per vedere il proprio nome stampato su una parete di mattoncini dopo di noiche costituirà una parte dell’immobile.“Chiunque vorrà – spiegano dall’associazione – potrà partecipare attivamente alla realizzazione di questo centro polifunzioanle che ospiterà i ragazzi con sindrome di down di tutta la Versilia”.

Cittadini, imprese, associazioni, enti, possono contribuire al progetto a partire da un piccolo contributo simbolico. Per fare una donazione si può usare l’Iban di Aipd Versilia (IT 33 W 08726 24624 000000334979) o bollettino postale (con numero 98382294).

In entrambi i casi nella causale va scritto “Erogazione liberale”: in questo modo è possibile dedurre il 35% dalla tasse. La donazione andrà intestata ad AIPD-Ass. Ital. Persone Down sez. Versilia onlus. Chi vorrà potrà inviare una mail all’ indirizzo [email protected] o telefonare al numero 366.4953047 e lasciare i propri recapiti e la propria mail: l’associazione provvederà ad inviare un attestato di ringraziamento.

Un’intera parete, nell’ingresso della casa famiglia sarà decorata con tanti mattoncini che riporteranno i nomi di chi avrà contribuito alla realizzazione di questo sogno.

(Visitato 422 volte, 1 visite oggi)