I commercianti di viale Colombo a Lido di Camaiore chiedono una Zona 30 fra il semaforo di via Vittorio Veneto e il semaforo di via Gigliotti per queste finalità di interesse sociale:

  • Sicurezza per i pedoni, perché l’alta presenza di esercizi commerciali e la presenza di numerosi passaggi pedonali comporta il transito attuale di numerosi pedoni e ciclisti diretti ai negozi e per altre destinazioni (anagrafe, Poste, mare, farmacia).
  • Valorizzazione commerciale della zona, vista l’alta presenza di negozi e attività anche di nuova apertura.
  • Valorizzazione urbanistica dell’area, vista la presenza di due parchi, il parco fra piazza Matteotti e le Poste, e il parco prospiciente la Villa Comunale.

Molti commercianti di viale Colombo si sono accorti che sempre più turisti e clienti abituali si muovono a piedi e in bicicletta per ampi tratti del Lido, sia per andare in spiaggia e a passeggiare sul lungomare, sia per lavoro, spese e commissioni.

“Un tratto di viale Colombo molto frequentato da pedoni e ciclisti è il tratto fra i due semafori di via Vittorio Veneto (dove c’è la Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia) e via Gigliotti (dove c’è il Monte dei Paschi e la strada che porta alla Parrocchia del Sacro Cuore). Qui ci sono numerosissime attività commerciali, la piazza del Pontile e due parchi che meriterebbero migliore valorizzazione, il Parco dei Bambini e la grande piazza con aiuole davanti agli uffici postali.

Su iniziativa di Fiab Versilia Biciamici, 12 commercianti di viale Colombo nel tratto Via Vittorio Veneto-Via Gigliotti hanno partecipato e si sono fatti promotori di una petizione per ridurre la velocità di transito delle auto a 30 km/h in modo da avere più sicurezza, migliore convivenza con pedoni e ciclisti, segnalare l’importanza commerciale del tratto di strada e anche valorizzare i due parchi presenti nel tratto di strada.

Fiab Versilia Biciamici sottolinea che le politiche di traffic calming e di riduzione della velocità massima nelle aree frequentate da pedoni e ciclisti oltre a non penalizzare gli automobilisti (la velocità media di transito si riduce di pochissimo, migliorando sicurezza, silenziosità e circolazione delle persone) contemporaneamente incrementa la frequentazione dei negozi locali.

Fiab Versilia Biciamici auspica che questo possa essere il primo passo per la realizzazione di una vera Zona 30 in quel tratto, che porterebbe questi benefici:

  • Incremento della sicurezza
  • Miglioramento degli affari dei negozi di zona
  • Incremento dei valori immobiliari
  • Valorizzazione dei parchi
  • Possibile futura eliminazione dei semafori, sostituiti da dispositivi statici di moderazione del traffico che fluidificano la circolazione riducendo il pericolo rappresentato dai veicoli a motore.

Alcuni fatti sull’uso delle biciclette in Versilia.

La bicicletta è un veicolo sempre più usato in tutta la Versilia, con passaggi di biciclette sulla pista ciclabile del lungomare che vanno da 1.000 bici al giorno in inverno fino a 20.000 bici al giorno nei weekend di alta stagione, superando spesso il numero di auto che transitano in viale Pistelli e in viale Colombo.

Dal punto di vista dei commercianti locali va inoltre considerato che nello spazio di un singolo posto auto possono trovare parcheggio ben dieci biciclette, che rappresentano altrettanti turisti, residenti e clienti che usano la bici per andare al lavoro, andare al mare, fare acquisti e commissioni di ogni genere.

Va infine aggiunto che chi usa la macchina per commissioni e spese è incentivato ad andare presso i centri commerciali, mentre chi usa la bici o va a piedi preferisce frequentare i negozi locali.

Chi è la Fiab

La FIAB è un’organizzazione ambientalista. Lo Statuto riporta come finalità principale la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente (urbano ed extraurbano).

Si è data un’organizzazione federativa, riunendo oltre 130 associazioni autonome locali, sparse in tutta Italia, che hanno lo scopo di promuovere l’uso della bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano per migliorare traffico e ambiente urbano, sia per la pratica dell’escursionismo in bicicletta, vale a dire di una forma di turismo particolarmente rispettosa dell’ambiente”.

 

(Visitato 279 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bicicletta camaiore fiab versilia zona 30

ultimo aggiornamento: 10-04-2018


Interruzione idrica a Marignana e Pieve

Studenti francesi a lezione di tappeti di segatura e Carnevale