“Recentemente-afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega-sono stati nuovamente segnalati dagli abitanti di alcune frazioni di Massarosa, delle problematiche relative alla torbidità dell’acqua che sgorga dal rubinetto.” “Il gestore GAIA-prosegue il Consigliere-ha ammesso di essere a conoscenza della questione, rivelando, però, altresì che tale criticità rimarrà in essere almeno fino al 2020.” “Quindi-sottolinea amaramente l’esponente leghista-per altri due anni i massarosesi dovranno fare i conti con questo intollerabile disservizio che ha già causato non pochi danni agli stessi abitanti.” “Pertanto-insiste Montemagni-ho deciso di riprendere carta e penna, predisponendo una mozione in cui chiedo alla Giunta regionale di attivarsi per trovare il modo d’indennizzare gli utenti che, ovviamente, hanno dovuto ovviare alla carenza d’acqua, magari rifornendosi nei supermercati(quindi con oneri economici supplementari)oppure consumandone di più, vista la ridotta purezza del liquido.” “Inoltre-conclude Elisa Montemagni-chiedo che lo stesso organo regionale si adoperi nei confronti di GAIA in modo tale che si prevedano immediate scontistiche in bolletta, oltre a ridurre i tempi d’attesa per azzerare queste reiterate seccature.”

(Visitato 61 volte, 1 visite oggi)
TAG:
acque elisa montemagni massarosa

ultimo aggiornamento: 11-04-2018


“Pochi posti auto a Bozzano”, proteste

Esibizioni di karate a Massarosa