L’Amministrazione Comunale di Camaiore sosterrà il progetto di Gaia per la realizzazione della terza vasca del depuratore di Camaiore così da poter risolvere in modo definitivo i problemi rilevati da Arpat. L’atto preliminare dovrà essere la cessione di parte di un terreno di proprietà comunale, necessario perché si possano reperire spazi congrui per l’infrastruttura. Questo comporterà un progetto di ridefinizione completa di quell’area su cui insistono diverse questioni strategiche per il Comune di Camaiore e per i suoi cittadini. Nel dettaglio: il passaggio della via Francigena, il passaggio della pista ciclabile monti – mare, la presenza dei magazzini comunali e di sedi di associazioni locali, il progetto di realizzazione di una piazzola di smaltimento rifiuti in località Duccini e la ridefinizione della viabilità conseguente alla futura riqualificazione del ponte che oggi consente l’accesso al depuratore.

 

Come atto perequativo alla cessione del terreno, abbiamo chiesto a Gaia di valutare la realizzazione di opere per conto del Comune di Camaiore così da poter raggiungere sia l’obiettivo di potenziare l’infrastruttura, eliminando i rischi per l’ambiente, sia quello di mantenere coerenti le suddette previsioni. Approfondiremo in successive riunioni i dettagli progettuali.

 

“Abbiamo delle idee che vogliamo discutere con Gaia perché si possa risolvere problematiche estremamente diverse, ma che sono connesse dalla vicinanza dei luoghi. Valori storici come la Francigena o strategici come la mobilità lenta devono essere tenuti a pari livello della tutela ambientale per cui faremo di tutto per trovare la quadra nell’ambito di un progetto unitario”, le parole del Sindaco Del Dotto.

(Visitato 73 volte, 1 visite oggi)