Sarà la Osmann Gold Swing Band, grande formazione che si muove sullo stile swing di Benny Goodman e Glenn Miller, composta da alcuni dei più importanti musicisti swing, jazz e classici operanti in Italia, a chiudere l’edizione 2018 del Festival di Pasqua e Pentecoste. L’appuntamento è per domenica 10 giugno (alle 21,15) all’oratorio di san Giuseppe (Museo della cattedrale).

La manifestazione – pensata in onore del maestro Herbert Von Karajan e nata in collaborazione con la stagione dell’Orchestra filarmonica di Lucca ed il Puccini e la sua Lucca Festival – saluta dunque il suo pubblico con un appuntamento eccezionale.

Affermatasi in Toscana ed a livello nazionale come una delle maggiori swing bands, la Osmann Gold proporrà un repertorio capace di rievocare le atmosfere dell’America  degli anni ’30, ’40 e ’50. Occhio di riguardo, senza dubbio, alle grandi melodie di Glenn Miller, che resero celebre il genere dello swing proprio dopo la seconda guerra mondiale, ma non soltanto.

Sul palco dell’oratorio di san Giuseppe, infatti, ecco anche l’interpretazione delle musiche di autentici giganti del genere, come Benny Goodman e Duke Ellington, fino a “sua maestà” Louis Armstrong.

Un appuntamento – quello del 10 giugno – ancora una volta ad ingresso gratuito per i residenti a Lucca ed in Provincia, oltre che per i sostenitori su Fb del Puccini e la sua Lucca Festival. Un evento reso possibile anche grazie al sempre convinto sostegno delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca e Banca del Monte di Lucca, i cui rispettivi presidenti – Marcello Bertocchini e Oriano Landucci – si ringraziano per il costante appoggio.

L’occasione sarà nuovamente propizia, infine, per aprirsi alla solidarietà: i fondi raccolti durante la serata verranno utilizzati per sostenere l’associazione “La Finestra” ed il Centro anziani di sant’Anna.

Per info e prenotazione posti a sedere: 340 8106042 o [email protected]

(Visitato 60 volte, 1 visite oggi)
TAG:
eventi Lucca puccini e la sua lucca festival

ultimo aggiornamento: 07-06-2018


Il Coro Versilia incontra il Coro Valle Fiorita di Cereda

La tragedia dimenticata GLI ITALIANI DI CRIMEA