Il sindaco Riccardo Tarabella e il consigliere delegato alla pubblica istruzione Riccardo Biagi annunciano che la prima classe alla scuola elementare di Ripa si potrà fare. Sciolgono gli indugi, per gli effetti positivi che tale notizia potrà avere, dopo essersi nuovamente consultati con il Provveditore agli Studi della Provincia di Lucca e Massa-Carrara Donatella Buonriposi e con il dirigente dell’Istituto Comprensivo Maurizio Tartarini, anticipando l’ufficialità del provvedimento. La nuova prima sarà a tempo modulare, con un minimo di due rientri a settimana, rappresentando una sorta di eccezione in una scuola – la “Italo Calvino” di Ripa – che è e resterà a tempo pieno. Si lavora comunque per aumentare il numero dei rientri pomeridiani, avvicinando il più possibile l’articolazione oraria a quella del classico tempo pieno.

«È innegabile che ci sia stato un calo di iscritti e che molte famiglie abbiano preferito rivolgersi fuori Comune, forse anche mal orientate da certe campagne fuorvianti veicolate attraverso i social network», dichiarano il sindaco Tarabella e il consigliere Biagi. «Noi però crediamo nella scuola di Ripa, ottimo plesso e unico presidio a tempo pieno del nostro Comune. Perdere una prima quest’anno – dopo che già era avvenuto per due volte in passato – avrebbe complicato il futuro della scuola. Lo abbiamo evitato accorpando i pochi iscritti di Ripa con quelli, altrettanto pochi, della prima del Frasso e dando vita a una classe a tempo modulare, che quindi accontenti le esigenze di un po’ tutte le famiglie. Da una parte c’è il grande rammarico di aver perso una classe al Frasso; dall’altra la soddisfazione per aver mantenuto la prima a Ripa. Andiamo adesso verso una fase di piena valorizzazione di tutte le nostre scuole. Alcune registrano da anni ottimi risultati in chiave di iscrizioni: tutte le scuole dell’infanzia, la media “Pea” e le primarie di Marzocchino e Seravezza. Altre, come appunto il Frasso e Ripa, necessitano di un’attenzione in più. L’Amministrazione Comunale continuerà a impegnarsi nei settori che più le competono – il livello qualitativo delle strutture e le attività complementari alla didattica – ma è anche pronta, nei limiti delle proprie possibilità di bilancio, a dare un supporto più ampio».

(Visitato 142 volte, 1 visite oggi)
TAG:
riccardo tarabella Ripa scuola scuola elementare seravezza

ultimo aggiornamento: 10-06-2018


Cadono in una scarpata, feriti due motociclisti

Spari in strada dopo un inseguimento: un ferito