Era entrato nella mattinata di lunedì nella chiesa della Santissima Concezione di Londa non per pregare ma per rubare: tuttavia i suoi movimenti, l’atteggiamento guardingo ed il suo anomalo soffermarsi nei pressi della cassetta delle offerte non sono sfuggiti al parroco, che osservava da lontano questo “fedele” a lui sconosciuto poiché forestiero e che, insospettito, ha subito avvisato i Carabinieri. I militari ci hanno impiegato pochissimo a raggiungere la chiesa, situata a poche decine di metri dalla locale caserma, sorprendendo il 52enne italiano, peraltro incensurato, mentre usciva sul sagrato. L’uomo, vistosi scoperto, non ha opposto resistenza ed ha subito consegnato la “refurtiva”: 15 € in banconote e monete che gli anziani del paese avevano lasciato nella cassetta dopo la messa del mattino. Banali ma al tempo stesso ingegnosi gli strumenti del mestiere che gli operanti hanno rinvenuto perquisendolo: comuni pinzette per le sopracciglia ed una piccola calamita collegata ad un filo metallico, attrezzi probabilmente già sperimentati in altre occasioni. Infatti, sebbene il 52enne, che dovrà ora rispondere di tentato furto aggravato, abbia giustificato il suo gesto con le improvvise difficoltà economiche in cui si trova da qualche tempo per ragioni familiari, gli inquirenti ritengono che questo non sia il suo primo furto, visto anche il modus operandi particolarmente scaltro messo in mostra nell’occasione.

(Visitato 246 volte, 1 visite oggi)
TAG:
chiesa furto londa tentato furto

ultimo aggiornamento: 26-06-2018


Furto di rame dal cantiere in A1

Scarcerato ed espulso, era vicino all’estremismo islamico