“La storia di Forte dei Marmi è la storia di una comunità che ha, da sempre, contemperato le esigenze dei residenti con quelle dei suoi ospiti. Lo sviluppo, il progresso, il benessere del nostro paese sono strettamente collegati a questo punto di equilibrio e a un rispetto reciproco.  Chi sceglie di acquistare qui una casa compie anche un gesto d’amore nella decisione di trascorrervi una parte importante della propria vita e questo determina un legame affettivo che dà continuità alla storia turistica della nostra cittadina. Le amministrazioni comunali che si sono succedute nei cento anni di vita di Forte dei Marmi hanno saputo mantenere questo punto di contatto e di raccordo tra i residenti e gli ospiti”.
Lo scrive in una nota il Pd di Forte dei Marmi.
“Siamo una località turistica, non abbiamo fabbriche o industrie e gli elevati introiti delle casse comunali sono, in buona parte, dovuti al turismo. D’altra parte, se i valori di mercato delle abitazioni e dei fondi commerciali hanno raggiunto valori così alti, lo si deve alla vocazione turistica di Forte dei Marmi.
Ecco, da questo punto di vista dobbiamo rimarcare, prima, alcune prese di posizione estremamente conflittuali del Sindaco Bruno Murzi e dell’amministrazione comunale nei confronti di ospiti di Roma Imperiale riguardo alla localizzazione del luna-park su via G.B. Vico e alle vicende che hanno interessato la viabilità di via XX Settembre; e, dopo,  le dichiarazioni dell’ASCOM, storica associazione di commercianti del Forte, per l’invito rivolto  ad andarsene dal paese a una parte consistente di ospiti che hanno abitazioni nella zona di via XX Settembre e di Roma Imperiale -non abbiamo bisogno di voi, si dice in un recente comunicato dove si contestano, a un gruppo di questi villeggianti, alcune proposte comportamentali rivolte agli associati e che riguardano la questione del senso unico/senso doppio di marcia in via XX Settembre. Il PD ritiene che, comunque le si voglia considerare, quelle dell’ASCOM siano affermazioni inopportune, che possono creare danno alla nostra collettività. Avvertiamo, per queste motivazioni, la forte necessità  di abbassare i toni e il livello dello scontro per cercare un dialogo e moderare le reciproche posizioni.
Crediamo fortemente che il Sindaco Bruno Murzi e l’amministrazione comunale abbiano il compito, nell’interesse di tutti noi, di trovare un punto di equilibrio tra residenti e villeggianti per moderare le esigenze e le necessità e, per raggiungere questo obiettivo, bisogna che chi governa il nostro paese abbandoni la strada dello scontro frontale che, in questi ultimi mesi e cosa mai accaduta a memoria, ha visto contrapposta l’attuale amministrazione comunale e una parte di ospiti di Forte dei Marmi. Se il livello dello scontro che ha come fulcro il senso unico o doppio senso di via XX Settembre ha raggiunto questi picchi  inconsulti, lo si deve alla mancanza di volontà del Sindaco di cercare un dialogo, di saper motivare le proprie decisioni e, soprattutto, di essere disponibile all’ascolto e al confronto. In questo clima è nata l’indicazione, da parte degli Opinionisti Amici di Forte dei Marmi, di mettere al bando alcune attività commerciali non d’accordo con il senso unico di via XX Settembre, indicazioni che il PD non accetta perché la responsabilità delle scelte sulla viabilità sono proprie del Sindaco e dell’amministrazione tutta.
Il PD di Forte dei Marmi ritiene che sia necessario continuare a stimolare il senso d’impresa in modo che si continui a investire nel nostro Comune nel rispetto della comunità che lo abita, delle nostre regole e delle nostre tradizioni, come del resto si è sempre cercato di fare”.
(Visitato 125 volte, 1 visite oggi)
TAG:
amministrazione comunale Forte dei Marmi villeggianti

ultimo aggiornamento: 02-07-2018


Inaugurata al Fortino la mostra “Pablito Great Italians Emotion”

Annullato il concerto “Talenti sotto le stelle”