Presentato il regolamento urbanistico: "Viareggio inizia a riprogettare il futuro" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

Presentato il regolamento urbanistico: “Viareggio inizia a riprogettare il futuro”

«Oggi abbiamo presentato il Regolamento Urbanistico che porteremo in adozione al prossimo consiglio comunale. Dopo 21 anni, finalmente, Viareggio inizia a riprogettare il futuro» con queste parole il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha aperto la conferenza stampa di presentazione del Regolamento Urbanistico.

Presenti, oltre al sindaco Del Ghingaro, l’assessore Federico Pierucci, il dirigente Giovanni Mugnani, i tecnici del Comune e i professori Fabio Lucchesi e Marco Mancino dell’Università di Firenze.

«Il nostro prossimo obiettivo è quello di arrivare all’adozione entro il 31 dicembre prossimo, dopo la verifica di tutte le osservazioni – continua il primo cittadino -. I lavori di redazione del RU sono durati di fatto 6 mesi: un tempo davvero serrato e per questo credo vada fatto un plauso a chi ha lavorato molto e molto bene».

«L’adozione è preceduta da un percorso fatto di diverse assemblee partecipate e attive che andranno avanti fino all’approvazione del RU, sempre sotto la supervisione del’UniFi.

Io credo che sia stato fatto un lavoro raffinato, il che non esclude che sia migliorabile. Il percorso delle osservazioni dovrà servire anche a questo: perché chi vuole possa portare il suo punto di vista. Penso ai cittadini, così come alle categorie, e alle forze politiche.

Per la redazione del RU abbiamo a suo tempo dato indicazioni politiche, delle direttrici entro le quali i tecnici avrebbero dovuto muoversi.

La prima, fondamentale, è la trasparenza. La seconda è il recupero per quanto possibile, degli studi, degli atti, dei procedimenti già fatti negli anni passati, in modo che tanto lavoro non andasse sprecato.

Altro elemento che ci sta a cuore è la sostenibilità. La valutazione di impatto ambientale è stata fatta in maniera parallela alla redazione del’RU, è stato studiato il meccanismo degli incentivi per chi ristruttura con criteri di minore impatto ambientale, minore spreco di suolo, minore consumo energetico. Non ultimo il tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

Sempre in tema di ambiente vorrei sottolineare che è stata redatta la carta del verde pubblico: tutto il verde, compreso quello a bordo strade. In sostanza a Viareggio, per la prima volta, c’è un censimento anche dei filari degli alberi meno grandi.

Altro lavoro importantissimo è stata la mappatura di tutto il Patrimonio pubblico, degli immobili, così come del paesaggio e il recupero dei grandi contenitori, ovviamente di concerto con le proprietà ma nel rispetto delle regole e delle linee guida che abbiamo fissato.

Infine l’interconnessione delle Periferie con la Città: vogliamo delle infrastrutture che facciano dialogare le varie zone di Viareggio e di Torre del Lago, che siano belle e comprensive della mobilità dolce».

«Abbiamo voluto immaginare e progettare un’idea moderna della città – conclude il sindaco – che abbia uno sviluppo unitario intorno a un unico pensiero e non frastagliata in cento piccoli pensieri. Dopo 21 anni, Viareggio se lo merita».

“Dopo un ventennio possiamo dire di provare piacere perché a vario titolo tutti: cittadini, amministratori e tecnici abbiamo fatto ciò che gli altri non sono riusciti a fare” – commenta Viareggio Democratica: “Nella città dove se non fai sei colpevole perché non fai, se fai sei colpevole perché fai, ma non come dovresti sembrava impossibile, ma un uomo, Giorgio Del Ghingaro, il Sindaco che si sveglia la mattina presto va a letto e di mezzo ci mette le cose che vuole fare, è riuscito a fare sognando di fare e poi spronando i suoi per iniziare a farla. Viareggio Democratica plaude all’uomo audace che quotidianamente dimostra genialità e forza. Ogni giorno la città con lui vive Il piacere di riuscire e vincere nelle cose concrete della vita amministrativa, è un piacere molto intenso che ci rende felici e ci coinvolge emotivamente come quando si riesce nelle cose che sembrano impossibili. Grazie Sindaco, grazie Assessori, grazie Consiglieri Comunali, grazie a tutti coloro che confermeranno che ci si dimentica quello che avete detto, quello che avete fatto, ma non potremo non ringraziarvi per sempre di essere stati parte con l’approvazione del Regolamento Urbanistico di un percorso storico per la nostra amatissima Viareggio”

 

Aggiornato il: 04-08-2018 17:10