Una serata evento, alla Cittadella, domenica 12 agosto, per celebrare il mito di Lucio Battisti, a vent’anni dalla sua scomparsa. “In un mondo che, prigioniero è…”, questo il titolo del viaggio musicale nell’universo del grande cantautore, condotto dal musicista Giandomenico Anellino con orchestra dal vivo e la partecipazione del cantautore Roberto Pambianchi, in programma in piazza Burlamacco alla Cittadella del Carnevale di Viareggio, dalle ore 21,30. Ingresso gratuito.

Lucio Battisti è il cantautore italiano più amato di tutti i tempi. La sua produzione ha rappresentato una svolta decisiva nel pop e nel rock italiani: da un punto di vista strettamente musicale, ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica. Grazie ai testi scritti da Mogol, Battisti ha rilanciato temi ritenuti esauriti o difficilmente rinnovabili, quali il coinvolgimento sentimentale e i piccoli avvenimenti della vita quotidiana; ha saputo esplorare anche argomenti del tutto nuovi e inusuali.

I PROTAGONISTI

Il musicista Giandomenico Anellino esegue i concerti nel suo particolarissimo ed unico stile chitarristico, che lo ha portato ad esibirsi nelle maggiori città del mondo, da New York a Singapore, da Rio de Janeiro a Tokyo con i suoi famosi one man show.

Soprannominato dalla critica “l’uomo orchestra” (Panorama) e “il disegnatore di Musica” (Libero), Anellino eseguirà il concerto accompagnato dalla “New Tuscany Orchestra” composta per l’occasione da dieci musicisti. Sul palco anche il cantautore Roberto Pambianchi considerato la voce più amata dai fans di Lucio Battisti.

(Visitato 395 volte, 1 visite oggi)