Assicurato alla Giustizia un pusher straniero - Cronaca Versiliatoday.it

Assicurato alla Giustizia un pusher straniero

Ad ulteriore riprova dell’impegno profuso in una sempre più capillare e intensa attività di prevenzione/repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, questo Commissariato, nell’ambito di specifici servizi di osservazione e controllo del territorio ha conseguito, nelle ultime settimane, una serie di importanti risultati operativi, riverberatisi in altrettante conseguenze di penale rilevanza nei confronti di soggetti incline alla compromissione dell’ordinata convivenza civile.

L’oculatezza, il rigore e la sistematicità con cui tali servizi vengono svolti hanno, ancora una volta, portato all’arresto in flagranza di reato di un cittadino Cubano, regolare sul Territorio Nazionale, dimorante nel centro storico di Carrara, il quale deteneva nella propria abitazione sostanze stupefacenti, destinate all’illecita cessione al dettaglio.

L’attività assicurativa, eseguita in un immobile residenziale del centro storico cittadino si è originata dall’accortezza espressa da personale operativo, il quale nell’ambito di mirato servizio di controllo del territorio dopo aver notato, sul davanzale di una finestra un vaso contenente una piantina le cui foglie, per colore e caratteristiche la rendevano verosimilmente classificabile come cannabis sativa arrivavano correlate attività investigative.

Nonostante le accortezze messe in atto dallo straniero, al fine di eludere i riscontri acquisitivi gli Agenti del Commissariato procedevano alla perquisizione domiciliare/personale, la cui attività consentiva di rinvenire all’interno dell’abitazione alcune fluorescenze in avanzato processo essiccativo di sostanza stupefacente, alcune stecche di “ Hashish”, ulteriori dosi di sostanza stupefacente, parimenti tipo “Hashish”, spinelli pronti allo spaccio di immediato consumo, nonchè un bilancino di precisione, destinato al frazionamento di vendita.

Il cittadino straniero veniva, quindi, tratto in arresto e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. Questa, successivamente celebrata ha avuto esito confermativo di corretta esecuzione restrittiva ed ha portato all’irrogazione della misura cautelare.

La descritta attività repressiva va a corroborare ulteriormente un’imponente sequenza di arresti e sequestri, già oggetto di divulgazione nelle ultime settimane, riconducibile ad un più vasto e articolato apparato di controllo del territorio che, con metodica continuità operativa, si snoda in un’efficace azione di contrasto all’esecrabile fenomeno dell’illecita diffusione di sostanze stupefacenti, condotta al preordinato scopo di bonificare quotidianamente, con l’incremento di personale su strada, aree cittadine che potrebbero prestarsi ad occasionali traffici delittuosi, così presidiandole a beneficio di ogni pacifica manifestazione di convivenza civile, i cui propositivi risvolti attuativi determinano maggiori esigenze preventive legate alle incrementate presenze sul territorio, concomitanti alla stagione estiva/feriale

(Visitato 134 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 11-08-2018 13:57