Forte dei Marmi e Bari: due località di mare unite dall’amore per la scienza e da un congresso medico di respiro internazionale. Il cardiochirurgo della località versiliese, Bruno Murzi, è stato infatti invitato ad un importante meeting nel capoluogo pugliese, al quale hanno partecipato esponenti di tutti i maggiori centri di cardiochirurgia pediatrica in Italia e in Europa, dal titolo “Trattamento chirurgico delle Cardiopatie Congenite: dal neonato al GUCH”. Il simposio, organizzato dalla Società Italiana di Chirurgia Cardiaca e dalla Società Italiana di Cardiologia Pediatrica e delle Cardiopatie Congenite, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Giovanni XXIII di Bari, aveva come tema portante le cardiopatie congenite, cioè le patologie del cuore presenti nel paziente sin dalla nascita, e le modalità di intervento con cui attualmente operano i chirurghi nel bambino e nel cosiddetto “GUCH”, adolescente o adulto cresciuto con un problema cardiaco congenito.
Il dottor Murzi, Responsabile del Dipartimento Pediatrico e dell’Unità Operativa Complessa di Cardiochirurgia pediatrica e del congenito adulto della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, presso la sede dell’Ospedale del Cuore di Massa, è stato chiamato a svolgere il ruolo di coordinatore e di moderatore della sessione di apertura, durante la quale i relatori si sono incentrati sulla diagnosi prenatale delle cardiopatie e su differenti interventi chirurgici nel neonato.
Il congresso faceva parte del sistema ECM, acronimo per Educazione Continua in Medicina, strumento ideato per l’aggiornamento e la formazione continua dei professionisti del settore sanitario, che consente la circolazione di idee ed esperienze nell’ambito medico.

(Visitato 146 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bari bruno murzi Forte dei Marmi

ultimo aggiornamento: 17-09-2018


Forte dei Marmi festeggia la pace

Successo per l’incontro con il professor Strinati “Michelangelo al forte”